Fori Imperiali a piedi, Roma è già nel caos. E a settembre scatterà la serrata dei commercianti

Una serrata con conseguente blocco del traffico a via Merulana a Roma. È quello a cui stanno pensando i commercianti dell’Esquilino per protestare contro la pedonalizzazione dei Fori Imperiali. La serrata potrebbe essere il 14 settembre per l’intera giornata. Il comitato “Trappola per Fori” aveva lanciato una raccolta firme «per dire no alla pedonalizzazione dei Fori Imperiali» a pochi giorni dalla sperimentazione. «Diciamo sì alla tutela del Colosseo ma no al traffico nei rioni – spiegano residenti e commercianti aderenti al comitato – alla finta pedonalizzazione di via dei Fori Imperiali e sì alla ciclabilità». Oggi è stato un po’ il “battesimo del fuoco”. Dopo la nottata di festa sotto le stelle, inizia per la città la prima settimana all’insegna dello stop delle auto sotto il Colosseo. E il divieto di transito nel tratto tra largo Corrado Ricci e l’Anfiteatro Flavio è ancora una novità che lascia sorpresi in molti. Con il conseguente superlavoro per i vigili urbani. «È incredibile che venendo da via Nazionale e percorrendo via dei Serpenti poi non si possa andare dritto verso il Colosseo ed imboccare via degli Annibaldi – si lamenta un romano al volante – Ci fanno un giro immenso su via Cavour».

Il problema è un semaforo che ancora non è stato regolato in base alle nuove esigenze, spiegano i vigili. Intanto continuano ininterrottamente i lavori per installare la nuova segnaletica. Oggi sono comparsi nuovi segnali di direzione per indicare zone come Eur, San Giovanni o stazione Termini. A presidiare la zona i vigili urbani che danno continuamente indicazioni. «Sono in tanti a non sapere nulla della pedonalizzazione. Ma si abitueranno alla novità» sospira speranzoso un agente della Municipale, e chiudono un occhio, per il momento, sulle tante inversioni ad U che gli automobilisti compiono alla fine di via Cavour per tornare indietro.