Lo scivolone di Epifani: non vuole che l’Imu si cancelli (per non dare la vittoria al centrodestra)

Nel day after del via libera del governo alle misure su Imu e lavoro è subito scontro. Uno scontro provocato da Guglielmo Epifani. Non gli va giù il rinvio e smaschera il vero pensiero di una larga fetta del Pd. «Berlusconi aveva chiesto che venisse restituita l’Imu del 2012 e non è così, aveva chiesto la cancellazione e c’è invece una sospensione e una riforma. Insomma, lui può anche dire che ha vinto ma non è così». Il nuovo leader democratico sogna ancora che rimanga l’imposta sulla prima casa, perché nel dna della sinistra c’è sempre la voglia di stangare. Ma soprattutto perché è consapevole che – al di là delle parole – la messa in discussione dell’Imu è una vittoria politica notevole del centrodestra. «Non sappiamo in quale pianeta sia vissuto in questi mesi Epifani», gli ribatte Fabrizio Cicchitto. Proprio l’intesa, seppur provvisoria, sancita dal governo è per il ministro dell’Agricoltura e esponente del Pdl Nunzia De Girolamo «la prima risposta, seria e concreta, a chi guardava con diffidenza un governo Pd-Pdl. Una risposta che mi fa dire che questa collaborazione può e deve durare». Che le posizioni, nel governo come in Parlamento, all’interno dei partiti siano eterogenee non è però un mistero e l’esame del decreto legge nonché la messa a punto della riforma della tassazione sul patrimonio immobiliare saranno teatro di una complessa mediazione. «È una situazione carica di problemi e di tensioni – riconosce il ministro dei Rapporti con il Parlamento Dario Franceschini (Pd) – ma noi abbiamo il dovere di lavorare». C’è pure chi, come Benedetto Della Vedova (senatore con Scelta civica), insiste – nonostante la pesantissima sconfitta dei montiani alle elezioni – difendendo la “creatura” di Monti: «Abrogare l’imposta? Sbagliare è umano, perseverare è diabolico». È però l’intervento di Epifani a far discutere: «Epifani è un fenomeno – afferma Maurizio Gasparri – Pur di polemizzare con Berlusconi sembra vantare come successi del Pd il fatto che l’Imu 2012 sulla prima casa non sia stata restituita ancora e che l’Imu sulla prima casa sia stata sospesa e non ancora abolita. I due obiettivi saranno raggiunti e grazie al Pdl i possessori di prima casa a giugno non pagano». La notizia – aggiunge Gasparri – «rattrista Epifani, noto per volere più tasse per tutti. Poi con gente così la sinistra si chiede come mai non vinca le elezioni. Epifani, grazie di esistere. Noi cancelliamo tasse. Il Pd le invoca».