Fratelli d’Italia a Berlusconi: basta con il “fuoco amico”

C’è un problema nell’alleanza di centrodestra e lo sottolinea Fratelli d’Italia, che non ha gradito le ripetute esternazioni di Berlusconi sul voto inutile dato ai piccoli partiti. “Berlusconi sia trasparente e leale – ha detto Ignazio La Russa –  chiarisca che il voto a Fratelli d’Italia vale almeno quanto quello dato al Pdl”. “Non ho apprezzato – ha aggiunto – la confusione che Berlusconi fa quando parla di piccoli partiti da non votare. In privato lui ci dice che si riferisce a Monti e a Fini, gli chiediamo di essere chiaro anche quando parla in pubblico”. Sull’argomento non è stata meno dura Giorgia Meloni: “Le dichiarazioni di Silvio Berlusconi cominciano a essere di cattivo gusto. Stiamo percorrendo l’Italia in lungo e in largo, lealmente, per la coalizione di centrodestra, ma siamo continuamente colpiti dal ‘fuoco amico’, dai suoi appelli a votare addirittura il Pd piuttosto che noi. Un messaggio incredibile e innaturale: Berlusconi è colui che ha sempre apostrofato come ‘comunisti’ tutti coloro che erano a sinistra ed ora fa propaganda per loro”. Da ultimo anche Guido Crosetto ha lanciato un appello a Berlusconi: “Rispetti gli alleati. Se i partiti sono grandi o piccoli, almeno questo Berlusconi lo faccia decidere agli italiani. Il voto a Fratelli d’Italia è tre volte utile: utile per non far vincere la sinistra; utile a scongiurare gli inciuci con Monti e il Pd; utile per rinnovare il centrodestra e far sì che si possa votare a testa alta”.