In piazza l’Armata Brancaleone del Reddito di cittadinanza: dai grillini a Fratoianni e al Pd

25 Mag 2023 13:45 - di Lucio Meo

Partirà sabato 27 maggio, da piazza dell’Esquilino, la manifestazione promossa da ‘Ci vuole un reddito’, una campagna promossa da oltre 140 associazioni in tutta Italia che si occupano della lotta alle disuguaglianze e in particolare della difesa del reddito di cittadinanza. Non solo attivisti, associazioni e gruppi sociali, ma anche rappresentanti delle forze di opposizione, tra cui rappresentanti del M5s, del Pd e ei Verdi.

Il reddito di cittadinanza unisce la sinistra e i grillini

Ad introdurre l’iniziativa è stato Alberto Campailla, attivista dell’associazione Nonna Roma e sindacalista Flc-Cgil, che ha sottolineato come “In questi anni di crisi economica il Reddito di cittadinanza è stato uno strumento con forti limiti, ma sicuramente uno strumento importante per contrastare l’impoverimento del nostro Paese. Abolendo la misura del Rdc si sono allargate sempre più le maglie della precarietà. Con questa iniziativa vogliamo promuovere anche una battaglia su famiglia, casa, istruzione, facendo convergere più temi che si stanno muovendo in questo paese”. Per Tiziano Trobia, esponente delle Clap, “Sarebbe necessario costruire una manifestazione che sia innanzitutto una manifestazione di verità, un primo passo che ci porterà poi a fare altre iniziative il prossimo autunno”. Spazio poi anche a studentesse della Sapienza di Roma, a membri della Cgil ed esponenti dell’associazione di Balck Lives Matter, per condividere l’iniziativa e coinvolgere le diverse componenti sociali.

Al termine della presentazione sono intervenuti Francesco Silvestri (M5s), Marta Bonafoni (Pd) e Nicola Fratoianni (Avs), per annunciare la loro presenza il prossimo sabato in piazza dell’Esquilino. “Il Movimento 5 stelle – ha affermato Silvestri – sarà in piazza sabato a supporto di una battaglia fondamentale per la nostra esistenza. Fondamentale per il nostro gruppo è unire le reti sociali e le reti civiche verso l’azione parlamentare”. Anche Fratoianni ha affermato come “Tutti insieme vogliamo opporci in Parlamento a questa decisione e per questo saremo al fianco delle reti sociali in piazza perché è chiaro che non c’è battaglia politica che si può vincere da soli”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.