La svolta culturale di Sangiuliano: “Dante è il fondatore del pensiero di destra in Italia” (video)

14 Gen 2023 18:14 - di Carlo Marini
Sangiuliano Dante

Il fondatore del pensiero di destra in Italia è Dante: l’affermazione “molto forte” è firmata dal ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano ed è destinata a far discutere.

“La Destra ha cultura e ha una grandissima cultura”, ribadisce il ministro del governo Meloni, intervistato da Pietro Senaldi alla kermesse di FdI per le elezioni regionali a Milano.

Sangiuliano: “La costruzione politica di Dante è profondamente di destra”

“So di fare un’affermazione molto forte – premette Sangiuliano – io ritengo che il fondatore del pensiero di destra in Italia sia Dante Alighieri, perché quella visione dell’umano, della persona, delle relazioni interpersonali che troviamo in lui, ma anche la sua costruzione politica in saggi diversi dalla Divina Commedia, sia profondamente di Destra. Quindi la Destra ha cultura, deve soltanto affermarla”.

Ringraziando il premier Giorgia Meloni per averlo chiamato a dirigere il ministero della Cultura, Sangiuliano ha sottolineato che è “un po’ il sogno di una vita per chi come me ha sempre praticato la cultura anche per misurarmi e cambiare quella corrente rispetto alla quale ho sempre remato controcorrente nella mia vita professionale”.

“Dobbiamo uscire dall’egemonia della sinistra”

“Noi non dobbiamo sostituire l’egemonia culturale della Sinistra, quella gramsciana, che Gramsci teorizzò e poi Togliatti ha costruito negli anni, con quella della Destra ma dobbiamo liberare la cultura. Perché la cultura è tale se è libera, se è confronto, se è dialettica” ha continuato il ministro.

“Io voglio affermare l’egemonia italiana – ha proseguito Sangiuliano – che è quella di Dante Alighieri, di Leonardo, di Michelangelo, di Petrarca, di Boccaccio, di Leopardi, di Manzoni, di D’Annunzio, di Prezzolini, di Longanesi, di Giuseppe Verdi che è l’identità collettiva di tutti noi. Questa è l’egemonia italiana!”. Il ministro della Cultura ha sottolineato che dobbiamo “essere orgogliosi del nostro essere, della nostra grandezza, perché abbiamo una grandezza nella storia che non significa sovranismo, significa affermare la nostra identità”.

“Vado a sorpresa nei musei e controllo che i bagni siano puliti”

Sangiuliano ha anche rivelato dei suoi blitz nei musei. “Con il denaro dei cittadini italiani non si scherza: io sto provando ad andare nei musei a sorpresa, pagandomi il biglietto in prima persona e presentandomi per vedere sul campo cosa sta succedendo. E la prima cosa che faccio, vado a vedere se i bagni sono puliti…”. Il ministro ha ricordato a tal proposito che “Prezzolini affermava che la civiltà di un luogo la si verifica da queste piccole cose, che sembrano marginali ma che sono importanti”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA