Dazn, Urso convoca i vertici: “Troppi disservizi, servono chiarimenti e risposte agli utenti”

5 Gen 2023 16:28 - di Natalia Delfino
dazn

Con la ripresa del campionato sono ripresi anche i disservizi di Dazn. Una situazione sulla quale si è mosso il governo. «A tutela dei consumatori ho convocato per il 10 gennaio al Mimit i vertici della società Dazn, alla presenza anche del ministro dello Sport, Andrea Abodi, e dei vertici della Serie A», ha fatto sapere il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, sottolineando che «il perpetuarsi del disservizio impone di fare chiarezza sulle azioni che la società intende prendere, investimenti in rete e tecnologia, al fine di rispondere alle esigenze degli utenti».

Urso convoca i vertici di Dazn: «Servono chiarimenti»

I disservizi di Dazn, registrati in particolare nei primi minuti dell’attesissima Inter-Napoli, ieri hanno provocato un terremoto sui social e oggi sono stati al centro delle proteste di diverse associazioni di consumatori. Il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, ha annunciato all’Adnkronos per oggi stesso un esposto all’Agcom, nel quale chiede «di aprire una nuova indagine sulla società per verificare se Dazn abbia adottato tutti gli accorgimenti tecnici per garantire il servizio ai propri abbonati ed eliminare le criticità riscontrate in passato».

Associazioni dei consumatori sul piede di guerra: dal Codacons esposto all’Agcom

Anche l’Associazione utenti dei servizi radiotelevisivi minaccia azioni legali. «A fronte dei problemi riscontrati durante la visione dell’incontro Inter-Napoli e delle tante proteste degli abbonati, chiediamo oggi a Dazn di riconoscere un indennizzo automatico a tutti i clienti coinvolti nel disservizio: in caso contrario valuteremo le azioni legali da intraprendere a tutela dei danneggiati», ha spiegato il presidente Aldo Azzaro.

E ora si guarda alla prossima assegnazione dei diritti

Per l’associazione Codici «la situazione non è più tollerabile». «Ci auguriamo che l’Autorità intervenga con forza per mettere fine a tutto questo», ha aggiunto il presidente Ivano Giacomelli. L’Udicon, l’Unione per la difesa dei consumatori, poi, ha sottolineato che «con Dazn abbiamo assistito ad un triennio di disservizi». «Nelle prossime settimane si deciderà a chi assegnare i diritti delle partite per il prossimo triennio. Invitiamo quindi tutti i soggetti decisori – ha detto il Commissario Straordinario di Udicon, Martina Donini – a tener conto di quanto accaduto in questi anni e fare in modo che il calcio non sia solo una questione economica, ma tenga più in considerazione la qualità del servizio all’utente e il rispetto della passione dei tifosi».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA