Reddito di cittadinanza, nuovi tagli dal governo. In Italia lo riscuotono 200mila extracomunitari

20 Dic 2022 16:20 - di Leo Malaspina

Nello scorso novembre, i nuclei beneficiari di reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza sono stati 1,15 milioni in totale (1,03 milioni RdC e 122mila Pdc), con 2,46 milioni di persone coinvolte (2,33 milioni per il Rdc e 138mila per la Pdc) e un importo medio mensile erogato a livello nazionale di 552 euro (583 euro per il Rdc e 285 euro per la Pdc). Nei primi 11 mesi dell’anno invece sono stati 1,67 milioni i nuclei beneficiari pari a 3,64 milioni di persone coinvolte. E’ quanto registra l’Inps nel suo rapporto mensile.

Reddito di cittadinanza da 453 euro a 738

L’importo medio, si legge nella nota, varia sensibilmente con il numero dei componenti il nucleo familiare, e va da un minimo di 453 euro per i nuclei costituiti da una sola persona a un massimo di 738 euro per le famiglie con cinque componenti. Nel particolare, la platea dei percettori di reddito di cittadinanza e di pensione di cittadinanza è composta da 2,18 milioni di cittadini italiani, 198mila cittadini extra comunitari con permesso di soggiorno Ue e 78mila cittadini europei (residuale la quota di familiari delle precedenti categorie e titolari di protezione internazionale).

Per i nuclei con presenza di minori (364mila, con 1,3 milioni di persone coinvolte), l’importo medio mensile di 683 euro, e va da un minimo di 594 euro per i nuclei composti da due persone a un massimo di 743 euro per quelli composti da cinque persone. I nuclei con presenza di disabili sono oltre 202mila, con 454mila persone coinvolte. L’importo medio è di 494 euro, con un minimo di 390 euro per i nuclei composti da una sola persona e un massimo di 705 euro per quelli composti da cinque persone. La distribuzione per aree geografiche vede 423mila persone beneficiarie al Nord, 321mila al Centro e 1,72 milioni nell’area Sud e Isole.

La riduzione del sussidio da 8 a 7 mesi

Sul reddito di cittadinanza, intanto, le mensilità di copertura sono state ridotte in manovra, in discussione in Palamento, da 8 a 7 mesi. E’ stato fatto un intervento a favore dei datori di lavoro che assumono a tempo indeterminato i beneficiari del rdc, come ha spiegato Giorgetti “si è aumentato da 6mila e 8mila euro la soglia massima per l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali a favore di chi assume da primo gennaio al 31 dicembre 2023″ .Questo secondo il ministro dell’Economia “permette di coprire di fatto l’intera platea dei nuovi assunti perché copre raggiunge dei livelli significativi”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA