Il disgustoso striscione che inneggia alla morte di Maroni (e infanga ingiustamente il tifo napoletano)

23 Nov 2022 16:31 - di Agnese Russo
striscione maroni

Un vergogno striscione contro Roberto Maroni, scomparso ieri a 67 anni a causa di un tumore, è stato affisso nella notte a Napoli. «Maroni, volevi vederci morti… ma noi abbiamo visto morire te! Mai tesserati», vi si leggeva. Lo striscione, che non recava alcuna firma, è stato rimosso, ma una foto, probabilmente realizzata dagli autori, è stata postata sui social network. Fra chi l’ha rilanciata c’è anche la pagina “Militanza ultras” che, ricordando che Maroni introdusse la tessera del tifoso, accompagna l’immagine con alcuni hashtag come ultrasNapoli, ultrasItalia, FedaynNapoli, ultrasliberi, Acab.

Lo striscione contro Maroni colpisce anche i tifosi napoletani

Maroni introdusse la tessera quando era ministro dell’Interno del governo Berlusconi. Lo striscione ha ricevuto diverse critiche sui social, dove anche chi si definisce tifoso «sfegatato» lo bolla come di «cattivissimo gusto» e dove non sono mancate critiche che si sono estese anche alla tifoseria napoletana tout court e perfino alla stessa città. Dunque, lo striscione, oltre che essere un’offesa alla memoria di Maroni, si è trasformato in uno schiaffo anche la parte sana dello stesso mondo di supporter partenopei.

La Lega Campania: «Disgustoso»

«Profonda amarezza e vergogna per il disgustoso striscione» è stata espressa dalla segreteria regionale della Lega in Campania. «Gli autori si confermano sempre più minoranza di un tifo organizzato che oggi, dopo questo gesto, si allontana dai successi della squadra e di un pubblico che, invece, ha sempre onorato con passione inconfondibile i valori dello sport», si legge nella nota di condanna, che chiede «una presa di posizione e una ferma condanna dalla società Calcio Napoli e dalle altre forze politiche».

(Foto dalla pagina Facebook “Militanza Ultras”)

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA