Ucraina, appello del Papa: “Putin fermi la violenza, Zelensky apra alle proposte di pace”

2 Ott 2022 13:04 - di Penelope Corrado
Papa Putin, Ucraina

Papa Francesco, a sorpresa, prima dell’Angelus, ha lanciato un drammatico appello per fermare la guerra in Ucraina. Ha chiesto pace, negoziati e soluzioni giuste, concordate e stabili. Si rivolge a Putin e a Zelensky e chiede loro di arrivare alla pace il prima possibile. “L’andamento della guerra in Ucraina è diventato talmente grave, devastante e minaccioso, da suscitare grande preoccupazione”, ha detto il pontefice. «È angosciante  – ha detto il Papa – che il mondo stia imparando la geografia dell’Ucraina attraverso nomi come Bucha, Irpin, Mariupol, Izium, Zaporizhzhia e altre località, che sono diventate luoghi di sofferenze e paure indescrivibili. E che dire del fatto che l’umanità si trova nuovamente davanti alla minaccia atomica? È assurdo.

«Deploro vivamente la grave situazione creatasi negli ultimi giorni – ha proseguito Bergoglio – con ulteriori azioni contrarie ai principi del diritto internazionale. Essa, infatti, aumenta il rischio di un’escalation nucleare, fino a far temere conseguenze incontrollabili e catastrofiche a livello mondiale».

«Il mio appello – ha detto Papa Francesco appellandosi a Putin e Zelnsky – si rivolge innanzitutto al Presidente della Federazione Russa, supplicandolo di fermare, anche per amore del suo popolo, questa spirale di violenza e di morte. D’altra parte, addolorato per l’immane sofferenza della popolazione ucraina a seguito dell’aggressione subita, dirigo un altrettanto fiducioso appello al Presidente dell’Ucraina ad essere aperto a serie proposte di pace. A tutti i protagonisti della vita internazionale e ai responsabili politici delle Nazioni chiedo con insistenza di fare tutto quello che è nelle loro possibilità per porre fine alla guerra in corso, senza lasciarsi coinvolgere in pericolose escalation, e per promuovere e sostenere iniziative di dialogo. Per favore, facciamo respirare alle giovani generazioni l’aria sana della pace, non quella inquinata della guerra, che è una pazzia!»

«Dopo sette mesi di ostilità – ha detto ancora il pontefice – si faccia ricorso a tutti gli strumenti diplomatici, anche quelli finora eventualmente non utilizzati, per far finire questa immane tragedia. La guerra in sé stessa è un errore e un orrore!».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Giovanni 3 Ottobre 2022

    È da tempo che scrivo commenti su questa “stupida, inutile e pericolosissima per tutti” guerra russo-ucraina, che andrebbe chiamata ancor più precisamente “russo-americana”…!!!
    Noi europei, e soprattutto noi italiani, siamo quelli che ne stiamo pagando il costo economico più alto, che peserà ancor più sui nostri figli e nipoti…!!!
    Altri, americani e alcuni paesi extra-europei, con il prolungamento di questa “stupida guerra”, si stanno arricchendo sulle nostre “fragilissime” spalle…!!!

  • SUGERITI DA TABOOLA