Foibe, torna la Corsa del Ricordo il 30 ottobre, Barbaro: “Sport e memoria sono compagni di viaggio”

5 Ott 2022 14:38 - di Angelica Orlandi
Corsa del Ricordo

Domenica 30 ottobre avrà luogo la Corsa del Ricordo sotto l’egida dell’Asi . (Associazioni Sportive e Sociali Italiane). Sarà una giornata davvero speciale, dedicata alla corsa su strada ma soprattutto volto a lanciare un forte messaggio culturale per commemorare, contemporaneamente in quattro città, i massacri delle foibe e il drammatico esodo delle popolazioni di Istria Fiume e Dalmazia dai territori nazionali occupati dalle forze del Maresciallo Tito al termine della Seconda Guerra Mondiale. Alla manifestazione ha fatto i suoi auguri la leader di FdI Giorgia Meloni in un messaggio bello e toccante, sottolineando come la “Corsa del Ricordo”, sia diventata dal 2014 “un appuntamento imprescindibile nel calendario delle celebrazioni legate alla memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano dalmata. Un evento al quale ho avuto il piacere di partecipare in passato e che il prossimo 30 ottobre 2022 si svolgerà in un’edizione nazionale, toccando contemporaneamente Roma, Milano, Trieste e San Vito dei Normanni in Puglia e luoghi simbolo per la nostra storia, dal villaggio Giuliano Dalmata nella Capitale al monumento nazionale della Foiba di Basovizza”.

Il messaggio di Giorgia Meloni§: “Corsa del Ricordo, appuntamento imprescindibile”

Ringrazio e saluto l’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia – ha proseguito Giorgia Meloni nel suo messaggio- e tutte le associazioni e le realtà che sostengono questa manifestazione. Il vostro entusiasmo e quello di chi ogni anno sceglie di partecipare a questa iniziativa conferma come lo sport possa essere anche un veicolo straordinario per promuovere la nostra identità nazionale e coltivare la memoria di una delle pagine più dolorose della nostra storia. Temi sui quali Fratelli d’Italia è stata, è e sarà sempre in prima linea”.

Claudio Barbaro: “Sport, cultura e storia sono compagni di viaggio”

A presentare la “Corsa del Ricordo” al Senato c’erano Roberto Cipolletti, Presidente ASI Lazio e Claudio Barbaro, presidente nazionale: “Sport e cultura sono compagni di viaggio fondamentali nelle nostre vite –ha dichiarato Claudio Barbaro nel corso della conferenza stampa di presentazione-. E la Corsa del Ricordo è un impegno preciso nei confronti di una storia lasciata nell’oblio per tanti, troppi anni. Trecentocinquantamila italiani d’Istria, Fiume e Dalmazia abbandonarono le sponde dell’Alto Adriatico disperdendosi in tutta Italia, dove vennero sistemati nei 109 Centri raccolta profughi sparsi in tutta la penisola. Oggi i figli di quei martiri, attraverso lo sport, tengono viva la memoria”. Un grande progetto voluto fortemente da ASI che ha deciso, compiendo un grande sforzo organizzativo, di portare l’evento in quattro location che vanno da nord a sud della penisola. Una programmazione articolata e complessa che darà modo ai podisti, di tutta Italia e provenienti dall’estero di partecipare ad un evento che, visti gli obiettivi che si prefigge, è molto di più di una gara sportiva.

Luca Ciriani: “Ricordare le vicende del confine orientale è doloroso e doveroso”

Grande partecipazione di autorità sportive e politiche in rappresentanza delle quattro città durante la presentazione al Senato. Agli organizzatori sono arrivati i saluti del Presidente e Amministratore Delegato di Sport e Salute Vito Cozzoli. Il senatore Luca Ciriani, Capogruppo al Senato di Fratelli d’Italia ha aggiunto. “Chi come me ha vissuto le storie del confine orientale, conosciuto tanti esuli e battuto per il riconoscimento di una pagina di storia, non può non guardare con favore a questa iniziativa. Raccontare tutto questo è doveroso: lo dobbiamo per la storia d’Italia, per le vittime, per tutti gli esuli”. La data scelta in questo 2022 non è nella tradizionale settimana del 10 febbraio, quella dedicata al Giorno del Ricordo. Gli impedimenti legati alla pandemia hanno costretto ASI a rinviare la Corsa del Ricordo in autunno, ma il suo significato storico di certo non cambia. La gara tornerà a disputarsi a febbraio nell’edizione 2023 e gli organizzatori stanno già lavorando per aggiungere altre città, che ne hanno fatto richiesta, a quelle che hanno già aderito.

Le gare saranno strettamente collegate fra loro.  Lo start sarà dato in contemporanea alle 9.30 e verranno stilate classifiche congiunte che decreteranno i vincitori assoluti 2022 della Corsa del Ricordo.

I PERCORSI

-A Roma si tornerà a correre nel tradizionale percorso nel quartiere Giuliano-Dalmata, con partenza con partenza ed arrivo in via Oscar Senigaglia dove è posta la stele commemorativo in ricordo dei 300000 esuli giuliano-dalmata.

-A Milano la gara si svolgerà su un suggestivo tracciato di 10 km intorno ai quattro laghi del Parco delle Cave nella zona ovest della città.

-A Trieste si tornerà sul collaudato e suggestivo percorso, con partenza ed arrivo nella Foiba di Basovizza.

-A S. Vito dei Normanni la partenza e l’arrivo saranno posti in Piazza Leonardo Leo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA