Elezioni, Berlusconi: «A Forza Italia i cittadini chiedono di essere garante dei valori liberali»

8 Ott 2022 13:28 - di Redazione
Berlusconi

«Forza Italia si è vista attribuire dal voto degli italiani la grande responsabilità di essere garante dei principi liberali nell’attività di governo. Lo faremo con coerenza, nella convinzione che su questi principi vada costruito il futuro del nostro Paese». A parlare è Silvio Berlusconi, in un messaggio diffuso per ricordare i cento anni dalla fondazione del Partito liberale. E per rivendicare  la continuità tra il movimento “azzurro” e la tradizione liberale. Tra i principi comuni Berlusconi ha ricordato «il primato della persona rispetto allo Stato, l’economia di mercato, la riduzione del ruolo dello Stato, il garantismo, l’europeismo, lo stretto legame con l’Occidente e l’Alleanza Atlantica».

Messaggio del Cav per i 100 anni del Partito liberale

Tutto parte dal concetto di libertà, che il Cavaliere riconosce «come supremo principio regolatore delle relazioni umane», oltre che come «fondamento della nostra visione politica». Ebbene, spiega Berlusconi, la libertà «è la ragione per la quale ho sempre considerato Forza Italia continuatrice della storia politica liberale». Una storia che «in sintesi» con altre tradizioni politiche – quella «cattolica» e quella «riformatrice» – hanno reso l’Italia «un Paese moderno, prospero e soprattutto libero». Per questo, ha aggiunto il quattro volte premier, «ricordare la storia e i valori liberali è importante e profondamente attuale».

Berlusconi: «Avanti con la missione riformatrice»

E per questo, ha concluso, «considero particolarmente meritevole il lavoro che voi state svolgendo a questo fine» È chiaro che la rivendicazione diretta della tradizione liberale racchiude una duplice esigenza. Da un lato Berlusconi vuole illuminare il ruolo del suo partito all’interno del centrodestra, dall’altro intende lanciare un messaggio all’esterno – ma sarebbe più appropriato dire all’estero – per sottolineare come la coalizione che si accinge a governare l’Italia sia assai diversa da quella dipinta dalla stampa mainstream. Il senso del messaggio è che il futuro esecutivo a guida Giorgia Meloni non solo non incarna alcun pericolo, ma che è esso stesso garanzia di liberà e di diritti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.