Leader in navetta per l’addio a Elisabetta: il rigido protocollo per camera ardente e funerale

12 Set 2022 20:11 - di Redazione
elisabetta

Londra si prepara a rendere omaggio alla Regina Elisabetta II, con l’apertura della camera ardente a partire dalle 17.00 (ora locale) di mercoledì 14 settembre e fino a lunedì 19. La bara chiusa della regnante, ospitata su una piattaforma rialzata all’interno della Westminster Hall nel Palazzo di Westminster, sarà esposta al pubblico 24 ore su 24 per tutta la durata dell’evento. Evento che si prevede partecipatissimo e per il quale saranno applicate non solo rigide regole di sicurezza, ma anche di comportamento. A stilare la lista è il Department for Digital, Culture, Media and Sport: dalla grandezza massima delle borse al divieto di portare fiori, fino alla richiesta di mantenere il silenzio all’interno del Palazzo, ecco le norme e i consigli per chi vorrà rendere omaggio da vicino a Sua Maestà.

Addio a Elisabetta: il protocollo per camera ardente e funerale

I funerali della Regina Elisabetta sono considerati “la più grande operazione di ordine pubblico nella storia del Paese” come ha dichiarato la polizia inglese. Anche i capi di Stato presenti dovranno attenersi ai rigidi protocolli imposti da Londra: niente jet privati ma soprattutto niente auto blu al loro arrivo nell’Abbazia di Westminster, al massimo una navetta. Il  quotidiano americano Politico è entrato in possesso di alcuni documenti riservati – che il Giornale rilancia- con il piano previsto per il giorno del funerale: anche i dignitari stranieri dovranno attenersi a rigide regole di protoccolo. “Tra queste spicca l’uso di un bus-navetta dove dovrebbero salire i vari Biden, Macron, la Von der Leyen, Re Felipe e magari anche Bolsonaro che ha appena fatto sapere di essere presente all’ultimo saluto per la Regina. In pratica, il raduno è previsto in una zona a ovest di Londra dove “a causa della stretta sicurezza e delle restrizioni stradali” saranno costretti a lasciare le proprie auto. Da lì in poi, viaggeranno sulla navetta.

“La più grande operazione di ordine pubblico nella storia del Paese”

Rigido protocollo soprattutto sulla prevista partecipazione di massa . “Tieni presente che ci sarà una coda e che dovrebbe essere molto lunga. Dovrai stare in piedi per molte ore, probabilmente anche di notte, con pochissime opportunità di sederti poiché la coda sarà in continuo movimento”: il governo britannico avverte quindi che i visitatori “passeranno controlli di sicurezza in stile aeroporto” mentre ci saranno “rigide restrizioni su ciò che puoi portare”. Ad essere ammessi saranno infatti “solo borse di ridotte dimensioni“, una a persona, che dovranno essere “più piccole di 40 cm x 30 cm x 20 cm” e con “una semplice apertura o una cerniera in modo da poter passare rapidamente attraverso il controllo di sicurezza”.

Niente oggetti, candele e peluche

E ancora: no a fiori o altri oggetti “compresi candele, peluche e fotografie”. “Questi oggetti – si spiega – non possono essere portati o lasciati nel Palazzo di Westminster” mentre i fiori “dovrebbero essere portati nell’area dedicata agli omaggi floreali a Green Park”. Poi i consigli su cosa “ricordarsi di portare”: abbigliamento adatto alle condizioni atmosferiche, ma anche cibo e bevande da consumare esclusivamente in coda, caricabatterie per cellulare, e quindi farmaci o altro di essenziale.

Norme comportamentali e abbigliamento

Tra le richieste sulle norme di comportamento da adottare, c’è ovviamente anche quella del silenzio davanti al feretro: “Si prega di rispettare la dignità di questo evento e di comportarsi in modo appropriato – si legge ancora -. Dovresti rimanere in silenzio mentre sei all’interno del Palazzo di Westminster”. In ogni caso, “steward e agenti di polizia pattuglieranno la coda. Non saranno tollerati comportamenti antisociali o inappropriati”, pena l’allontanamento. Importante infine vestirsi “in modo appropriato per l’occasione” e “non indossare abiti con slogan politici o offensivi”, ma anche spegnere il telefono “o metterlo in modalità silenziosa” prima di accedere al palazzo e nell’area di sicurezza e “ridurre al minimo il rumore” per non disturbare i residenti. Vietato quindi “filmare, fotografare o utilizzare telefoni cellulari o altri dispositivi” sia nell’area di sicurezza che all’interno del Palazzo di Westminster.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA