Il tele-virologo Crisanti si rimette in vetrina: si candida nel Pd e si veste subito di “rosso”

16 Ago 2022 13:06 - di Milena Desanctis
Crisanti

C’era da scommetterci, ecco il tele-virologo che si presenta alle elezioni. È il microbiologo Andrea Crisanti che si rimette in vetrina nelle liste del Pd. Sale sul trono, perché sarà candidato capolista per il Partito democratico nella circoscrizione Europa. La prossima mossa sarà quella di firmare gli autografi, come una star. «Sono onoratissimo di essere stato candidato dal Partito democratico», dice Crisanti all’Adnkronos Salute. E subito apre la sua campagna elettorale attaccando Matteo Salvini. È bastata una frase del segretario della Lega per scatenare la reazione di Crisanti. Salvini su Twitter ha commentato così la sua candidatura: «Il tele-virologo Crisanti candidato col Pd. Credo che ora si capiscano tante cose».

Crisanti, botta e risposta con Salvini

A stretto giro di posta è arrivata la risposta. Il direttore del Dipartimento di medicina molecolare dell’università di Padova, ospite di Coffee Break su La7 ha replicato: «Mi rivolgo agli elettori che vorrebbero votare Salvini e voglio dirgli che gli errori che ha fatto di valutazione in politica estera, in sanità, in economia, sono la garanzia degli errori che farà quando avrà la possibilità di governare».

Crisanti, Andreoni: «Strano, spesso posizioni contro il governo»

Ecco come hanno commentato i colleghi la sua candidatura. Perplesso Massimo Andreoni, primario di infettivologia al Policlinico Tor Vergata di Roma e direttore scientifico della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit). «Quella di candidarsi in politica – ha detto all’Adnkronos – è sempre una scelta personale. Quindi è difficile esprimere un giudizio su un collega come Andrea Crisanti. Certo, occorre fare attenzione perché scelte del genere, in un momento importante della pandemia, potrebbero essere vissute da qualcuno con un pizzico di dietrologia. Il professor Crisanti è una persona di qualità, certo fa strano la sua candidatura con Pd quando è spesso stato critico con le scelte del governo sulle misure contro il Covid».

Galli: «Gli auguro ogni successo»

«Ad Andrea Crisanti auguro ogni successo. E qui mi fermo». Così all’Adnkronos Salute Massimo Galli, già direttore Malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano, commenta con una battuta la candidatura del virologo. «Io sono tranquillamente sul lago a scrivere il mio libro sull’influenza», aggiunge Galli.

Dal canto suo Matteo Bassetti, direttore della Clinica di malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova parlando con l’Adnkronos osserva:  «Ho visto che Andrea Crisanti e Pier Luigi Lopalco si sono candidati. È una scelta rispettabile e anche utile per la comunità. Per loro c’è un problema anagrafico, entrambi credo che siano vicini alla pensione e fanno una scelta per il futuro. Hanno fatto tanto per la scienza e ora potranno portare quello che hanno fatto in Parlamento»

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA