Berlusconi propone Schifani candidato del centrodestra in Sicilia: c’è il via libera di FdI

12 Ago 2022 16:15 - di Carlo Marini
Schifani Sicilia

“Giorgia Meloni continua a sostenere che il miglior candidato possibile è Nello Musumeci, ma di fronte alla necessità di salvaguardare l’unità del centrodestra ha accettato la proposta di Silvio Berlusconi di individuare il nome da una rosa proposta da Forza Italia. In questa rosa è presente Renato Schifani, che dal punto di vista di Meloni è il migliore in termini di competenza ed esperienza, nonché per il suo ruolo istituzionale di ex presidente del Senato che lo pone al di sopra delle beghe dei partiti. Meloni ha già informato Matteo Salvini, adesso tocca alla Lega esprimersi”. Così il vicepresidente del Senato, Ignazio La Russa, facendo il punto sugli sviluppi della questione siciliana.

L’ex presidente del Senato, e attuale senatore azzurro per la candidatura alla regione Sicilia era tra i nomi sul tavolo, dopo il no espresso da FdI a Stefania Prestigiacomo, ritenuta non candidabile per le sue posizioni pubbliche, più volte in dissenso dal centrodestra.

Cannella (FdI): “Schifani ha un profilo che non si discute”

Questa mattina sul tavolo della leader di FdI sono arrivati altri tre nomi proposti da Berlusconi: tra questi quello di Schifani, quello di Gianfranco Micciché e quello di un esterno. La scelta è caduta appunto sull’ex presidente del Senato. “Il profilo politico-istituzionale di Renato Schifani non si discute. Fratelli d’Italia ha dimostrato grande senso di responsabilità e di oculatezza nella scelta, accettando tra la rosa di candidati proposta dagli alleati quella dell’esponente che potesse garantire certamente qualità nell’azione politica e di governo, ma anche di equilibrio essendo appunto Schifani per i suoi trascorsi e per la sua storia certamente uomo delle istituzioni e personaggio politico al di sopra delle parti”. Lo ha detto all’Italpress il coordinatore di Fratelli d’Italia per la Sicilia Occidentale, Giampiero Cannella.

Cordaro (Udc): “Musumeci un grande presidente, ora prevalga una linea unitaria”

“Ho lavorato con un grande presidente che si chiama Nello Musumeci e ho lavorato politicamente perchè Musumeci venisse confermato: se la coalizione, nella sua unità, che noi come Udc consideriamo un valore ineludibile, individua Renato Schifani come candidato unitario del centrodestra io non posso che manifestare soddisfazione. Sul profilo istituzionale e sulla storia dell’ex presidente del Senato credo ci sia ben poco da dire se non che gli staremo accanto per aiutarlo in quella opera meritoria ed efficace che è stata compiuta in questi anni dal governo Musumeci e dai suoi assessori”. Così all’Italpress Toto Cordaro, assessore siciliano al Territorio e Ambiente e candidato nella lista dell’Udc alle prossime elezioni regionali.

Cuffaro a Miccichè: “Se prevalgono i personalismi il centrodestra ha perso”

Mentre l’ex governatore regionale Totò Cuffaro, torna poi sulle precedenti affermazioni di Gianfranco Miccichè, che paventava l’ipotesi di candidature disgiunte qualora non si trovasse un accordo entro domenica 14: «Mi auguro non si arrivi a questo: spaccare la coalizione di centrodestra e andare a ranghi sciolti all’appuntamento elettorale sarebbe un disastro. Se prevalgono i personalismi il centrodestra non ha molte possibilità di farcela”» spiega l’ex numero uno di Palazzo d’Orleans.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA