M5S a pezzi, l’ex-Iena (ed ex-grillino) Giarrusso: «Lì a comandare non è più Conte, ma la Taverna»

19 Lug 2022 9:34 - di Michele Pezza
Conte

Descrivere i 5Stelle come centrifugati da una lavatrice non renderebbe appieno l’idea della confusione che impazza nel movimento. La geografia interna cambia di minuto in minuto, con posizioni pronte a ribaltarsi ora in favore dei falchi, ora delle colombe. In mezzo, lui, Giuseppe Conte, metà sfinge e metà re tentenna, che non sa cosa dire né, soprattutto, cosa fare. Ieri ha imbroccato miracolosamente le parole giuste («il pallino della crisi è nelle mani di Draghi») per tenere ancora per un po’ tutti incollati in quel che resta del M5S. Infatti, tanto i falchi quanto le colombe le hanno decifrate a proprio uso e consumo leggendovi la conferma delle proprie tesi.

Conte sempre più traballante

Quando ancora potrà durare? Non molto, anche perché la centrifuga attivata è potente e punta ad una scissione-bis. Nel Palazzo la vogliono tutti: da Di Maio, che ne è un po’ il regista, neanche tanto occulto, a Letta, che per primo l’aveva preconizzato («M5S in tutto o in parte») e chi, come Lega e FI sta correggendo la posizione dall’originario «mai più con i 5Stelle» al meno impegnativo «mai più con Conte». Insomma, una nuova spaccatura farebbe felice un po’ tutti, scissi compresi, dal momento che più parlamentari lasciano, meno terga da tutelare ci saranno alle elezioni.

Il licenziamento di Casalino

Ma che l’attuale leader sia a dir poco traballante, lo confermano il siluramento dal ruolo di consulente di Rocco Casalino e l’intervista di Dino Giarrusso a Libero. Il primo è una sorta di totem grillino, il simbolo stesso della stagione di Conte a Palazzo Chigi. L’ex-Iena è invece persona informata dei fatti. Ci sarà perciò da credergli quando dice che nel M5S a comandare non è Conte bensì la senatrice  Paola Taverna. Un’affermazione che trova conferma proprio nel licenziamento di Casalino per quanto formalmente addebitabile al capogruppo Crippa, cioè il perno – guarda caso – intorno a cui ruota la scissione-bis dei 5Stelle. Solo indizi, certo. Ma quando, come nel nostro caso, arrivano a tre, fanno una prova.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA