Lollobrigida: «FdI è garante della linea atlantista. Le “ombre russe”? Mi pare che Gabrielli abbia già smentito»

29 Lug 2022 12:27 - di Natalia Delfino
lollobrigida

«La nostra scelta di difendere l’Ucraina è netta e irrevocabile. Noi siamo il partito che ha difeso la linea atlantista dell’Italia senza sfumature». Il capogruppo di FdI alla Camera, Francesco Lollobrigida, torna a ribadire il ruolo di garante che può svolgere FdI rispetto al posizionamento internazionale dell’Italia. Una conferma che arriva dopo l’articolo de La Stampa sulle presunte «ombre russe» che si sarebbero allungate sulla caduta del governo Draghi attraverso la Lega.

Le «ombre russe»? «Già smentite da Gabrielli»

Propria La Stampa intervista oggi Lollobrigida che, chiarendo di non conoscere nel dettaglio i contorni della vicenda riferita, ha sottolineato che «mi sembra molto simile a quanto già pubblicato più di un mese fa, quando forse non c’era la necessità di usarla in campagna elettorale contro una forza politica». «Peraltro mi sembra che il sottosegretario Gabrielli abbia ampiamente smentito», ha chiarito Lollobrigida, ricordando come invece restino ancora da chiarire molti aspetti della famosa missione Covid “dalla Russia con amore”, gestita dagli allora premier Giuseppe Conte e ministro della Difesa Lorenzo Guerini.

Lollobrigida: «Nel programma espliciteremo le posizioni atlantiste»

«Nel nostro programma espliciteremo le nostre posizioni atlantiste», ha proseguito il capogruppo di FdI alla Camera, ricordando che «non ho mai sentito forze politiche del centrodestra che abbiano avuto titubanze sulle alleanze». «Giorgia Meloni, a voler essere prudenti, avrà un certo peso nella coalizione. E lo userà per riaffermare questa linea. D’altronde – ha sottolineato – negli Usa e a Bruxelles, al di là di certi editoriali, si dice chiaramente che, a prescindere da chi governerà, i rapporti con l’Italia non cambieranno. Persino quando governava Conte è andata così».

La cartina di tornasole del voto su Finlandia e Svezia nella Nato

In ogni caso, «abbiamo chiesto di anticipare il voto del parlamento sull’adesione di Svezia e Finlandia alla Nato», che «serve proprio per rendere esplicite tutte le posizioni. Se qualcuno votasse contro per noi sarebbe un problema». Quanto all’opportunità di dialogare con la Russia, Lollobrigida ha chiarito che «dipende dai contesti, la diplomazia ha le sue ragioni e le sue strade. Ora, però, gli interessi dell’Italia coincidono con quelli del popolo ucraino e questo ci impedisce di dialogare con un governo che sta aggredendo una Nazione democratica, libera e che va difesa a tutti costi perché difende tutti noi».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA