Doppio mandato, il vaffa della base 5Stelle sulla bacheca di Conte: “Non fare il burattino. Grillo out”

29 Lug 2022 18:16 - di Stefania Campitelli

Uno vale uno, ma anche no. Il timoniere del vascello grillino in gran tempesta è sempre più in balìa delle onde. Porte in faccia da Di Maio che fa le valigie, scudisciato dai sondaggi impietosi, sorvegliato a vista da Beppe Grillo. Ora arriva anche la base a dare il benservito a Giuseppe Conte. Colpevole di aver detto no alla deroga del tetto dei due mandati. Che ha già rovinato il sonno ai vip incandidabili. La regola aurea dei 5Stelle non si tocca ha scritto l’avvocato del popolo sui social.

Doppio mandato, la base 5Stelle processa Conte

Ma l’annuncio solenne non piace alla base. Spaccata a metà come una mela. Tradita e rabbiosa. Oltre duemila, in poco più di mezz’ora, i commenti al post in cui il leader pentastellato annuncia che la regola cara a Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio è intoccabile. E giù critiche e messaggi urticanti dove la censura del movimento non può arrivare. Nel mirino c’è soprattutto il comico genovese. Che non ne azzecca più una. Per molti follower di Conte è Grillo l’artefice di quello che  etichettano come un “suicidio politico“.

“Mi dispiace ce l’ho messa tutta…”

E in effetti lo stesso Conte,  a quanto trapela, avrebbe spiegato a tutti i ‘big’ che saltavano che non c’era stato nulla da fare. “Mi spiace, io ce l’ho messa tutta: Grillo è stato davvero irremovibile”, riportano alcuni veterani all’Adnkronos. “Dovete restare al nostro fianco”, avrebbe detto telefonicamente a chi dovrà fare le valigie,” faremo bene e ci sarà posto per tutti”.

Sui social: Grillo out. È un suicidio politico

“Una squadra che manda via i suoi campioni è un po’ come quello che per far dispetto alla moglie si è tagliato il pipino”, è una dei commenti sulla bacheca di Conte. “Altra mossa sbagliata di Grillo, soprattutto in questo periodo storico”. Insomma “Grillo out. Sarebbe ora che andasse via anche lui. Sta facendo più danni che benefici”. E ancora: “Io mi chiedo come può una personalità come Lei farsi manovrare da Grillo! Vi state autodistruggendo!! Molla Grillo!”.  “Errore”, “suicidio”, “delusione” sono le parole più presenti tra i commenti. In molti, poi, chiedono perché non sia stata interpellata la base. Una possibilità che sarebbe stata osteggiata da Grillo in persona.

I vip a bocca asciutta: siamo già al lavoro fuori dal palazzo

Tra i commenti ci sono poi anche quelli di chi resterà a ‘bocca asciutta’ proprio per la mancata deroga. “Non si molla un millimetro – scrive, tra gli altri, il senatore Gianluca Castaldi – Siamo già al lavoro, come sempre, ma stavolta fuori dai palazzi. Coraggio Giuseppe Conte, guidi una forza politica perbene. E per questo sarai denigrato e tenteranno di abbatterti. Ma la verità e l’onestà hanno sempre dalla propria il popolo. Serve solo aiutarlo ad aprire bene gli occhi. Al lavoro. Io, il mio terzo mandato, lo sto attuando qui fuori”. Ora gli ineleggibili diventano i nuovi eroi. “Siete motivo di orgoglio”, “al nostro fianco, sarete il nostro faro”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA