Concita De Gregorio massacrata per la frase snob: “Draghi come un prof di Harvard in un alberghiero”

21 Lug 2022 15:50 - di Gabriele Alberti
Concita De Gregorio

Mario Draghi “Aveva il tono di uno che, titolare di cattedra ad Harvard, è stato incaricato di una supplenza all’alberghiero di Massa Lubrense. Il paragone “classista” che umilia gli istituti alberghieri è opera di Concita De Gregorio: frase snob ripetuta in due atti: una prima volta verbalmente nel corso della trasmissione In Onda su la 7 e successivamente per iscritto nella sua rubrica quotidiana di Repubblica “Invececoncita“. Il ditino alzato e lo spirito snob della giornalista e conduttrice hanno preso una grande topica. La  comparazione infelica tesa a marcare il mondo dell’iperuranio da cui proviene l’ormai ex premier e il livello inferiore del Parlamento equiparato a un alberghiero ha scatenato un putiferio.

Concita De Gregorio snob nella bufera: prof e presidi all’attacco

L’intervento è subito finito nell’occhio del ciclone, in quanto diversi dirigenti scolastici e docenti hanno posto l’attenzione sul fatto che quella frase tende a sminuire sia gli studenti che hanno scelto un istituto alberghiero sia gli insegnanti che vi lavorano. Su OrizzonteScuola.it c’è lo sfogo di una dirigente scolastica che stigmatizza lo scivolone grossolano di Concita De Gregorio. L’ex direttrice dell’Unità non è  mai stanca di estendere lo schema della superiorità morale (della sinistra) ad ogni circostanza politica si trovi a commentare. Così, per elogiare la “classe” di Draghi arriva a mettere alla berlina un intero istituto scolastico. Poteva risparmiarselo tenendo a freno il gusto per l’iperbole.

I prof alla De Gregorio: “Ogni talento è prezioso”

Cara Concita, mi complimento con lei per questo commento che in un nanosecondo affossa la pari dignità delle scuole di ogni ordine, grado e indirizzo; e il diritto di ogni ragazzo/a a veder considerato il proprio talento come ugualmente prezioso: si tratti di propensione per il greco, per l’arte di cucinare, per la tecnologia o per la fisica“. Una presa di posizione puntuta della  dirigente scolastica Laura Biancato sulla propria pagina Facebook.

La frase sprezzante, il sindaco: “Venga qui e chieda scusa”

Il mondo della scuola ha infierito sulle parole infelici di Concita De Gregorio. Pessima metafora …l’istituto alberghiero cosa ha che non va?“, scrive una lettrice sul sito di Orizzonte scuola. E ancora: “Che metafora triste ed infelice”. La segretaria generale della Cisl Scuola ha rincarato la dose sempre dai social: “Da queste parole insensate, intrise di sarcasmo offensivo, per la scuola, ovviamente, passa la dimensione plastica della condizione di ignoranza in cui versano alcuni nostri sedicenti giornalisti”. Più imbufalito di tutti è il  il sindaco di Massa Lubrense, Lorenzo Balducelli. Una gaffe ci può stare, dice in un lungo sfogo su Fb. Ma da una giornalista esperta in un momento chiave che sta attraversando il paese non è tollerabile.

Il sindaco di Massa Lubrense: il nostro alberghiero è una Harvard del turismo”

Sono innanzitutto dispiaciuto, e molto, per i ragazzi e gli insegnanti della sede di Massa Lubrense del Polispecialistico “San Paolo”. Una scuola di vera eccellenza che prepara i giovani a lavorare nel mondo del turismo. Sono stati ingiustamente offesi. Concita De Gregorio ha toppato su Massa Lubrense. Forse non sa che questo territorio si dedica con successo all’accoglienza turistica ed alla ristorazione da sempre. In questo campo il nostro territorio è una vera eccellenza” Capito Concita?  “Posso tranquillamente affermare che Massa Lubrense è una Harvard del turismo e della ristorazione“. Poi invita Concita De Gregorio a massa Lubrense per scusarsi. Dica“mi sono sbagliata, scusatemi”. I “grandi” fanno così”…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA