Roma umiliata dai rifiuti, Gerini e Gassmann contro Gualtieri: nessuno pulisce, non è cambiato niente…

1 Giu 2022 14:15 - di Bianca Conte
Gerini Gassmann

Poi dicono che il cinema sta tutto a sinistra. Che attori e registi sono sempre pronti a salire sul carro del vincitore… Sarà anche vero che i dem dà sempre monopolizzano settima arte e editoria, abituati a riscattare il consenso a suon di film, libri e cantautori, ma è pur vero che da quando Pd e 5S amministrano una parte delle nostre realtà locali, accuse, denunce e polemiche arrivano non la smettono di arrivare proprio dagli aedi dem targati Pd e M5S- stelle del grande schermo in testa a tutti.

Roma umiliata dai rifiuti, Gerini e Gassmann contro Gualtieri

Così, come già con la Raggi, per Roma sui social si recita lo stesso copione: protagonista in scena, la mondezza. Che come ieri la sindaca grillina, oggi anche il suo successore piddino Gualtieri, dimostra di non riuscire a risolvere. a dispetto di proclami lanciati dal pulpito capitolino e annunci di effetti speciali reiterati a loop in ogni sceneggiatura pubblica che si rispetti – interviste comprese – i primi cittadini che si avvicendano sul set del Campidoglio annaspano e cedono inesorabilmente sul plot “rifiuti”. Con i vip, che smessi i panni degli attori, si vedono costretti a vestire quelli dei critici alle prese con monologhi denuncianti e battute irriverenti.

La video-denuncia della Gerini, il tweet di Gassmann: i vip contro Gualtieri

E allora, dopo l’incontro ravvicinato di terzo tipo coi cinghiali a spasso nell’era Raggi, la Gerini torna a denunciare – e a documentare in un video – lo scempio dei rifiuti che inondano la Capitale. Nel filmato, che punta la telecamera sulla storica e centralissima Piazza Minerva, preda di degrado e sporcizia. Con tanto di voce narrante fuori campo della talentuosa attrice romana, impegnata in un assolo, drammaticamente amaro, sulle cattive condizioni in cui versa la città eterna. Vilipesa dai rifiuti che la ricoprono e umiliata dall’abbandono perpetrato da chi dovrebbe gestirla. Ripulirla. Rispettarla…

«Dovrebbe essere il salotto bello della città…»

«Siamo dietro il Pantheon – commenta la Gerini parlando sopra le immagini dello scempio. È questo è quello che dobbiamo sempre vedere?», si chiede laconica l’attrice  inquadrando con il cellulare bottiglie di vetro. Lattine di birra. Carte sporche. Sigarette e altra immondizia. «La situazione – sottolinea – è sempre la stessa. C’è sporcizia in un posto che dovrebbe essere il salotto bello della città». «Come mai nessuno pulisce?», è l’interrogativo che si pone l’artista di turno nella video-denuncia diventata virale. Ma come nel più classico dei finali, anche queste immagini filmate si chiudono lasciando in sospeso sviluppi e risposte. Come nel più classico dei finali al cinema…

Dopo le critiche social della Gerini, il tweet disarmato di Gassmann

Ma Roma non è un set. E il degrado che la deturpa non è un film. Come i rifiuti che la sommergono non sono il frutto di effetti speciali e virtuosismi digitali. «Questa città è sporca non solo perché le persone sono incivili ma perché nessuno la pulisce, neppure in queste zone», conclude la Gerini nelle storie pubblicate su Instagram. Immagini. parole. Una denuncia a cui fa eco anche il collega Alessandro Gassmann, spesso in prima linea nel denunciare degrado e mancanze che affliggono la capitale. Anche lui, infatti, ha immortalato su Twitter un monopattino abbandonato sui sampietrini, con attorno spazzatura di ogni tipo. «Certo che però porca zozza… Roma, Europa, centro storico», ha scritto l’attore nella didascalia dello scatto. Perché ormai anche trovare le parole diventa difficile. Bastano i punti sospensivi. Il giudizio su Gualtieri, in compenso, anche tra i vip, è tutt’altro che sospeso

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA