Roma, chiuso un centro massaggi cinese a luci rosse: era nella zona di piazza Bologna

1 Giu 2022 20:00 - di Italpress

(ITALPRESS) – La Polizia di Roma ha eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla PG ed al sequestro preventivo di un’immobile, emessi dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Roma, a carico di una 49enne cinese accusata di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. L’indagine è partita grazie ad alcune segnalazioni secondo le quali, in via Livorno, dietro l’insegna di un centro massaggi orientali, si celava in realtà una casa di appuntamenti. Il primo riscontro è avvenuto monitorando alcuni siti specializzati dove il centro massaggi era pubblicizzato con foto inequivocabili di ragazze in abiti succinti e pose sensuali. Il locale, aperto fino a tarda sera, grazie ai vetri oscurati e coperti completamente da locandine, non permetteva di vedere dall’esterno; per cui i poliziotti, con il coordinamento della Procura della Repubblica, hanno svolto una serie di accertamenti tecnici che sono serviti per documentare l’attività del sedicente centro massaggi all’interno del quale alcune donne cinesi, di età compresa tra i 30 ed i 50 anni, offrivano, dietro compenso, rapporti sessuali.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA