Missili russi su un centro commerciale a Kremenchuk. “Al suo interno oltre mille persone” (video)

27 Giu 2022 19:01 - di Luisa Perri
kremenchuk

Attacco missilistico a Kremenchuk, nella regione di Poltava, in Ucraina. “Gli occupanti hanno lanciato razzi contro un centro commerciale, dove c’erano più di mille civili. Il centro commerciale è in fiamme, i soccorritori stanno domando l’incendio, ma il numero delle vittime è impossibile da immaginare” scrive sui social il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky, che diffonde un video delle fiamme che divampano dal centro commerciale.

Un edificio che, sottolinea Zelensky, non costituiva “nessun pericolo per l’esercito russo. Nessun valore strategico”. E’ “solo il tentativo delle persone di vivere una vita normale, che fa arrabbiare così tanto gli occupanti”, osserva il presidente ucraino.

 

Nell’attacco al centro commerciale di Kremenchuck “al momento si è a conoscenza di circa venti feriti, di cui 9 in condizioni gravi. E’ già stato confermato che due persone hanno perso la vita. L’operazione di salvataggio continua”. Lo scrive sul suo canale Telegram il vice capo dell’Ufficio del Presidente ucraino Kyrylo Tymoschenko, in un aggiornamento all’attacco al centro commerciale di Kremenchuck, nella regione di Poltava.

A Kremenchuk Centinaia tra morti e feriti

“Kremenchuk in questo momento… La Russia ha colpito deliberatamente un centro commerciale, con più di mille civili all’interno. A metà giornata. Solo perché vuole uccidere. Per riempire tutto di sangue ucraino. La Russia è uno stato terrorista. La guerra più disgustosa” afferma su Twitter il consigliere del presidente ucraino, Mykhailo Podolyak.

“Un attacco missilistico contro un centro commerciale con persone a Kremenchuk è un altro crimine di guerra russo. Un crimine contro l’umanità. Un aperto e cinico atto di terrore contro la popolazione civile. La Russia è uno stato terrorista” afferma su Telegram anche il governatore di Poltava, Dmytro Lunin. Nel centro commerciale, attaccato nel momento in cui era gremito di persone, stanno lavorando “medici, soccorritori e soldati” e “si sta chiarendo il numero delle vittime”. Nel frattempo nella regione continuano a suonare gli allarmi antiaerei, come fa sapere lo stesso Lunin.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA