Incredibile Di Maio: prova a intestarsi i ballottaggi parlando di «fedeltà al governo» e «ondata civica»

27 Giu 2022 11:07 - di Agnese Russo
di maio

Il «sostegno al governo» che premia, la «sorprendente onda di civismo» che va valorizzata, il «grosso in bocca al lupo ai neo sindaci». Nei commenti ai ballottaggi, spicca quello di Luigi Di Maio, che nei toni e nei contenuti suona come un tentativo di cavalcare l’onda delle vittorie di centrosinistra e civici. Un tentativo piuttosto sorprendente, considerato che Di Maio guida una forza che esiste solo a livello parlamentare e che si è formata appena pochi giorni prima del voto. Ma tant’è: il ministro degli Esteri punta sull’affermazione delle forze fedeli al governo e del civismo, lasciando emergere un non detto sul fatto che è proprio lì che si colloca lui.

Il commento di Di Maio ai ballottaggi

«Anche questi ballottaggi hanno dimostrato che, tra quelli di maggioranza, reggono pochi partiti, cioè quei partiti che stanno continuando a sostenere con convinzione questo governo. Crolla, o in molti casi sparisce, chi invece non fa altro che creare fibrillazioni all’azione del governo. Un segnale chiaro da parte dei cittadini, e lo hanno ribadito sia al primo e che al secondo turno di queste amministrative», ha commentato Di Maio.

L’idea che vince chi sostiene il governo

«Siamo in una fase storica dove le ambiguità, i populismi e i sovranismi devono lasciare spazio alla politica della concretezza. Ai cittadini non bisogna offrire show mediatici, ma soluzioni serie», ha proseguito, rivolgendo «un grosso in bocca al lupo ai neo sindaci, che al netto degli schieramenti politici, si troveranno a dover affrontare nuove difficili sfide e avranno bisogno del massimo sostegno da parte del governo centrale».

Giggino cavalca la «sorprendente onda di civismo»

«Anche in queste amministrative abbiamo visto una sorprendente onda di civismo che si deve valorizzare. Sindaci e tante liste espressione del territorio e della società civile che in molti casi, ancor più dei partiti tradizionali, hanno dimostrato di saper interpretare le vere esigenze dei cittadini. Bisognerà ascoltarli e ripartire da loro», ha quindi concluso Di Maio, che nei sondaggi nazionali è dato a percentuali decisamente non determinanti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA