Carceri, De Corato: «Troppi agenti lasciati in balia dei detenuti più violenti. Il taser è impellente»

sabato 4 Giugno 19:06 - di Italpress
De Corato

(ITALPRESS) «Ieri sera 80 detenuti del carcere di Cremona sono stati evacuati dopo aver appiccato degli incendi in alcune celle come segno di protesta. Un episodio grave che dimostra lo stato di tensione nelle carceri italiane e che segue le risse avvenute nelle strutture di Brescia e di Opera oltre al tentato strangolamento di un poliziotto avvenuto proprio nel carcere di Cremona una settimana fa. Lo stesso Sindacato Polizia Penitenziaria – Spp – ha denunciato le condizioni insostenibili in cui gli agenti di polizia penitenziaria lavorano, soprattutto nelle case circondariali che ospitano un numero importante di tossicodipendenti e persone con problemi mentali»: lo dice in una nota l’assessore alla Sicurezza della Regione Lombardia, Riccardo De Corato.

«Davanti a questi episodi, alle rivolte e alle violenze nelle carceri, la necessità di dotare la polizia penitenziaria dei taser diventa ancora più impellente – aggiunge De Corato –. Troppi agenti aggrediti sono lasciati in balia dei detenuti più violenti: il taser potrebbe rappresentare innanzitutto un ottimo deterrente e, in seconda battuta, permetterebbe ai poliziotti di difendersi in sicurezza. Il Governo non deve dimenticare questi agenti che ogni giorno sono a contatto con criminali e detenuti violenti, li doti subito del taser! Inaccettabile la posizione del ministro Cartabia che nega l’uso del taser negli istituti penitenziari».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *