Tajani-Weber: «Serve una nuova Europa, un solo Paese non può bloccare un continente»

lunedì 9 Maggio 11:25 - di Italpress

ROMA (ITALPRESS) – “L’invasione ingiustificata e barbara dell’Ucraina da parte della Federazione Russa è stato un campanello d’allarme per l’Europa. È compito di noi Popolari europei difendere il nostro stile di vita. Per agire più rapidamente sulla scena globale, è tempo di abbandonare l’unanimità in Consiglio in particolare in politica estera. Un solo Paese non dovrebbe bloccare un intero continente. Abbiamo bisogno di una vera politica di difesa comune e di una maggiore cooperazione militare europea all’interno della Nato. Servono soluzioni europee contro la guerra”. Lo scrivono in un intervento su Il Giornale, Antonio Tajani (presidente della Commissione Affari costituzionali e capo della delegazione italiana del gruppo del Partito Popolare Europeo al Parlamento europeo) e Manfred Weber (presidente del gruppo del Partito Popolare Europeo al Parlamento europeo). “Siamo convinti che il futuro dell’Europa debba essere, però, deciso dai cittadini. Ecco perché serve un sistema elettorale che permetta l’elezione diretta del Presidente della Commissione europea”, proseguono Tajani e Weber, chiedendo anche “più poteri al Parlamento e decisioni più rapide in settori chiave come il controllo delle frontiere”. “L’Europa deve intervenire quando le sue scelte rappresentano un valore aggiunto a quello dei singoli Paesi. Non vogliamo un Superstato, ma un’Europa più efficace al servizio dei cittadini. Abbiamo, dunque, bisogno di un efficace sistema di controllo delle competenze per capire ciò che deve fare l’Ue, ciò che devono fare gli Stati e ciò che devono fare le Regioni per tutelare gli interessi degli europei”, concludono.
(ITALPRESS).

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *