Sì di Lega e Forza Italia su fisco e riforma del catasto. FdI: “Occasione persa dal centrodestra”

giovedì 5 Maggio 18:51 - di Giovanni Pasero
riforma catasto

Sulla Riforma del catasto e sul fisco, l’accordo tra Lega e Forza Italia e Draghi è arrivato nel pomeriggio. “Oggi possiamo finalmente dire che non ci saranno nuove tasse sulla casa e sui risparmi degli italiani: battaglia lunga e dura, ma vinta!”. Così su Fb Silvio Berlusconi, annunciando del centrodestra di governo con il premier-

“Con grande soddisfazione il centrodestra di governo ha raggiunto un’intesa con Palazzo Chigi per rivedere gli articoli 2 e 6 della delega fiscale. Nell’accordo viene eliminato ogni riferimento al sistema duale, preservando i regimi cedolari esistenti e garantendo una armonizzazione del sistema fiscale: nessun incremento di tassazione potrà quindi colpire i risparmi o la casa degli italiani”. E’ quanto si legge nella nota firmata: “Centrodestra di governo”.

Il centrodestra: “Siamo responsabili, armonizzato il sistema fiscale”

“Quanto al catasto – sottolinea la nota – viene eliminato ogni riferimento ai valori patrimoniali degli immobili, consentendo l’aggiornamento delle rendite secondo la normativa attualmente in vigore e senza alcuna innovazione di carattere patrimoniale. Il catasto italiano verrà quindi progressivamente aggiornato, ma senza cambiamenti rispetto ai criteri attuali. Esclusa anche in questo caso la possibilità di nuove tasse sulla casa. Di più: il centrodestra di governo ha chiesto ed ottenuto che le aliquote Imu possano essere ridotte per effetto dell’emersione degli immobili fantasma”.

“L’intesa raggiunta – continua la nota – consente di respingere una volta per tutte l’aumento di tasse e conferma la responsabilità del centrodestra di governo che ha lavorato in queste settimane ad una intesa. Il centrodestra che sostiene l’esecutivo ha dimostrato che il miglior modo per tutelare gli italiani è governare con responsabilità, ma senza mai derogare ai propri valori”.

“Se voteremo la delega fiscale? Se è come l’abbiamo proposta noi assolutamente sì, se son si tasserà il patrimonio degli italiani sì, il testo che aumentava le tasse non l’avremmo invece votato”. Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, lasciando Palazzo Chigi. “La casa per gli italiani è sacra”, conclude.

Meloni: “La riforma del catasto è una patrimoniale mascherata”

Scettica sul presunto successo, Giorgia Meloni. “La riforma del catasto altro non è che la patrimoniale mascherata che voleva Enrico Letta, non cadiamo dal pero…”. Così la leader di FdI a margine della Milano Beauty week. “Mi è dispiaciuto – ha proseguito la Meloni – quanto accaduto sulla pace fiscale. Era una grande occasione per una battaglia comune del centrodestra che abbiamo sempre condotto tutti insieme. Mi dispiace che non si sia votato insieme e non conosco la ragione”. Peccato, perchè, in alcuni casi, come ”sul tetto al contante, abbiamo dimostrato che quando il centrodestra rimane compatto e deciso, ce la può anche fare”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *