Rula Jebreal si scaglia contro Massimo Giletti: «Da lui non accetto né interviste né inviti»

mercoledì 18 Maggio 12:27 - di Redazione
Rula Jebreal

Rula Jebreal ad alzo zero contro Massimo Giletti. «Non accetto né interviste né inviti a Non è l’Arena. Non è informazione», ha scritto la giornalista palestinese con cittadinanza israeliana e italiana su Twitter. Poi ha aggiunto: «Vorrei chiarire un concetto a Giletti: come sul Covid non mi confronto con stregoni, così su chi sceglie la spettacolarizzazione della guerra non discuto con propagandisti putiniani. Questo non è giornalismo».

Rula Jebreal: «La7 era casa mia, ora è irriconoscibile»

Nei giorni scorsi in un’intervista a Il Foglio Jebreal aveva puntato il dito contro La7 e aveva osservato: «Sono partita dall’Italia che La7 era casa mia, ora è irriconoscibile. Raccontavamo quello che accadeva, ora invece vedo in generale sulle televisioni italiane un’operazione pericolosissima di revisionismo storico e di manipolazione che mette a confronto sullo stesso piano la realtà e la propaganda». Alla luce di quelle parole su La7, Massimo Giletti aveva mandato una propria inviata sulle sue tracce. Ma lei si era negata.

Jebreal: «Così muore la democrazia»

E nel suo mirino, nell’intervista a Il Foglio, era finito pure Michele Santoro. «Ho visto il suo confronto con Paolo Mieli, che gli ricordava quando diceva a Bush di fermarsi mentre ora non lo dice a Putin ma a Biden. Mi rattrista vedere una persona che abolisce la capacità di critica. Non vorrei farne una questione personale, ma in questi anni ho visto una metamorfosi anche sul tema del Covid e dei vaccini. Non è che pur di andare contro il governo o l’America si può andare contro la verità, perché così muore la democrazia».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *