Recuperato manoscritto di Nostradamus rubato a Roma: dai mercatini di Parigi era all’asta in Germania

giovedì 5 Maggio 13:01 - di Lara Rastellino
Nostradamus

Nostradamus, il leggendario astrologo, scrittore, farmacista e speziale francese, torna alla ribalta dell’attualità. I Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale hanno recuperato un suo manoscritto: la notizia riporta così studi e speculazioni sul veggente del Cinquecento al centro di un’indagine degna di un romanzo criptico ed enigmatico al pari delle sue profezie. «All’esito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma» – pool Tutela Patrimonio Artistico – si legge in una nota, «i Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale (Tpc) hanno rimpatriato, dalla Germania, un antico manoscritto dell’astrologo francese Michel de Nostredame (1503-1566), più noto con lo pseudonimo di Nostradamus, trafugato in epoca imprecisata dalla Biblioteca Generalizia del Centro Studio Storici Barnabiti di Roma.

I carabinieri recuperano un antico manoscritto di Nostradamus finito all’asta

Si tratta dell’opera in latino dal titolo “Profetie di Michele Nostradamo”. E già il titolo, come le suggestioni scaturite dalle indagini per il suo recupero, evocano atmosfere noir e sollecitazioni degne di un romanzo d’avventura a lieto fine. Con tanto di viaggio per l’Europa, partito da una biblioteca romana e proseguito attraversando i mercatini di Parigi, fino ad approdare in Germania. Le indagini che i Carabinieri della Sezione Antiquariato del Reparto Operativo Tpc hanno avviato e condotto, sono cominciate quando il particolare volume è risultato in vendita presso una casa d’aste tedesca. La quale l’avrebbe posto all’incanto nei primi giorni di maggio dello scorso anno.

Le indagini: dal furto in una biblioteca di Roma ai mercatini di Parigi, fino all’asta tedesca

Entrando nel merito dello svolgimento dell’inchiesta allora, su una delle pagine del testo pubblicate sul sito della casa d’aste, un occhio clinico esperto ha rilevato la presenza di un timbro della Biblioteca SS. Blasi Cairoli del Urbe, confluita, nel 1991, in quella Generalizia dei Padri Barnabiti. Così, attraverso una richiesta di assistenza inoltrata dall’Autorità Giudiziaria italiana a quella tedesca, l’asta è stata bloccata. Mentre le forze dell’ordine impegnate nel settore, sequestravano il volume, disponendo la sua custodia presso gli uffici di Polizia di Stuttgart. In attesa del suo rimpatrio, agevolato attraverso uno strumento di cooperazione europeo tra il Ministero della Cultura italiano e l’omologo tedesco. Proprio oggi, allora, come riferisce il Messaggero, il volume è stato restituito al responsabile della Biblioteca, Padre Rodrigo Alfonso Nilo Palominos.

Un autentico libro di profezie: valore di partenza 12mila euro. Un prezzo che potrebbe triplicare

Un autentico libro di profezie, dunque, rubato a una biblioteca di Roma quasi vent’anni fa. Misteriosamente volato all’estero. E che poi qualcuno ha fatto circolare sottotraccia nel dietro le quinte del mercato antiquario, fino a farlo finire nel catalogo di una casa d’aste tedesca che ha messo in calendario la sua vendita. Il prezzo base, come riferisce il quotidiano capitolino citato poco sopra, «era oltre 12mila euro. Ma il valore è molto più alto. Può facilmente triplicare durante l’asta. Un collezionista potrebbe anche arrivare a spendere 50mila euro per un volume del genere, così pregiato», spiega un esperto dalle colonne del giornale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *