Crosetto: «Meloni disturba gli alleati perché ha più voti di loro e ha l’aggravante di essere donna»

19 Mag 2022 11:23 - di Fortunata Cerri
Crosetto

«Giorgia (Meloni, ndr) è l’unica che ha rispettato gli impegni di coalizione per cinque anni… Lei non ha rotto un matrimonio per scappare con Conte e Draghi». A dirlo, in un’intervista a La Repubblica, è Guido Crosetto, tra i fondatori di Fratelli d’Italia che fa il punto sul vertice del centrodestra. Meloni fa paura? «Mi chiedo perché debba fare paura FdI al 22 o 23 per cento mentre stesso sentimento non suscitava Salvini quando era al 34 o Berlusconi quando toccò il 40», risponde Crosetto, che osserva: «Meloni disturba gli alleati perché ha più voti di loro. E in una politica maschilista ha l’aggravante di essere donna».

Crosetto: «FI, FdI, Lega e centristi sono destinati a rimanere insieme»

«Io credo che FI, FdI, Lega, i centristi siano naturalmente destinati a rimanere insieme», aggiunge l’ex parlamentare. Se non cambia la legge elettorale, dice il giornalista. «Ah, in Italia tutto è possibile», risponde Crosetto. «Dopo lo scontro sulla commissione Esteri del Senato mi chiederei prima se il governo andrà avanti». Lei che dice? «Che c’è la guerra, il problema spread, una nuova guida della Bundesbank: tutti elementi che farebbero propendere per la permanenza di Draghi a Palazzo Chigi fino al 2023. Ma poi bisogna fare i conti con la politica, che è fatta di uomini con interessi diversi. E se lo vuole sapere, io in questi giorni ho trovato più parlamentari favorevoli al voto anticipato che contrari. E intendo parlamentari non iscritti a Fratelli d’Italia».

Sulla questione siciliana

E poi si sofferma sulla questione siciliana. «La posizione di Fratelli d’Italia su Musumeci non è anomala: normalmente i governatori uscenti vengono ricandidati, se non sono finiti in galera o se non hanno distrutto la Regione che hanno guidato. Occorre almeno una giustificazione tecnico-politica per farlo». E non c’è? «Diciamola tutta: si rompe non per Musumeci, ma per l’irrazionalità di Micciché, che ha detto delle cose politicamente pesanti e divisive. Ma non a caso: credo abbia un progetto politico preciso e da tempo non è distante da Leoluca Orlando». Esiste poi la questione del patto anti-inciucio. «Giorgia Meloni – conclude Crosetto – chiede una cosa molto semplice: chi siete voi, quelli che dicono “rivogliamo Draghi e l’alleanza con il Pd” o quelli che intendono governare con il centrodestra? Insomma, riconosciamoci».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA