Vauro fuori controllo, duro attacco a Mattarella. E l’anziana “compagna” lo disintegra in piazza (video)

lunedì 25 Aprile 16:18 - di Gabriele Alberti
Vauro

Nervi tesi a sinistra su questo 25 aprile “surreale”. Che passerà alla storia come l’edizione dei contorsionismi patetici, delle prese di distanza, dei distinguo e degli imbarazzi. L’ultimo in ordine di tempo è andato in onda su La 7 e ha avuto la sua raffigurazione plastica in Vauro Senesi. Il vignettista era totalmente fuori controllo in collegamento con Myrta Merlino a L’aria che tira  nella puntata del 25 aprile. In un corteo sul quale si era già abbattuta la polemica per gli striscioni dell’ultrasinistra contro la Nato e l’America (L’anpi romano nel ha preso le distanze); ci mancava Vauro, in piazza  ad attaccare le parole del presidente della Repubblica  in merito alla guerra in Ucraina:

Vauro: “Mattarella non è più il garante della Costituzione”

“’Resistente è chi si oppone all’ invasione straniera arbitraria e contro il diritto”. “Quando la Russia ha invaso l’Ucraina, il 24 febbraio- ha detto in un passaggio Sergio Mattarella- ho pensato a “Bella ciao”. Vauro al delirio ha sferrato un attacco frontale al Capo dello Stato in diretta tv, lasciano nello sconcerto più totale la conduttrice. Il vignettista ha tuonato:  “Dovrebbe essere il garante della Costituzione ma affermo prendendomene la responsabilità che Mattarella non lo è più”. “Vauro, non dire una cosa del genere dai…”, tenta timidamente la Merlino di ricondurlo a più miti consigli. Ma Vauro fa una ulteriore figuraccia.

“Vauro ma che stai a dì…”

Una signora, che in quel momento si trova in piazza con Vauro e con l’Anpi lo prende di petto,  si arrabbia per quello che gli ha appena sentito dire: “Ma cosa dici? Se uno mi attacca uno si deve difendere”, si rivolge a Vauro bonariamente ma decisamente.  “Lei è d’accordo all’invio delle armi?”, le chiede quindi il vignettista preso in contropiede. “Sì certo, se io vengo aggredita come faccio a difendermi?”, ribatte l’anziana. A Vauro non resta che la figuraccia e la via della rassegnazione. Rivolto alla battagliera signora esclama:  “Siamo sulla stessa piazza e non siamo d’accordo”. E la donna gli ha schiaffato in faccia la sua opinione: “Non è possibile accettare una cosa del genere”. Si, si rassegni, Vauro, smascherato in diretta proprio da una,  “compagna”. Non si può fare la resistenza senza le armi.  “Poi me la presenti questa signora, che mi piace molto”…conclude la Merlino. Tanto per stemperare l’atmosfera. Che rimane tesa. L’attacco di Vauro è gravissimo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *