Ucraina, Draghi in visita da Biden il 10 maggio. Ancora nulla di fatto per il viaggio a Kiev

27 Apr 2022 17:35 - di Natalia Delfino
draghi biden

Mario Draghi incontrerà Joe Biden il 10 maggio. Al centro dell’incontro, si legge in una nota di Palazzo Chigi, ci sarà «il coordinamento con gli Alleati sulle misure a sostegno del popolo ucraino e di contrasto all’aggressione ingiustificata della Russia». Draghi oggi è tornato a parlare del conflitto anche con il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, sentito nuovamente al telefono, nel corso di una conversazione in cui è stato affrontato anche il tema del viaggio del premier italiano a Kiev, rispetto al quale però, hanno precisato fonti di Palazzo Chigi, non c’è ancora una data fissata e i due leader hanno convenuto di risentirsi.

La Casa Bianca: «Biden attende Draghi con ansia»

Il presidente Biden «attende con ansia di accogliere Mario Draghi», ha fatto sapere la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, in una nota che per il resto ricalca quella diffusa da Palazzo Chigi. In entrambi i testi si legge infatti che l’incontro «sarà l’occasione per per riaffermare la storica amicizia e il forte partenariato tra i due Paesi» e che i temi inerenti la guerra in Ucraina e il sostegno a Kiev saranno centrali. «Saranno inoltre discusse le eccellenti relazioni bilaterali e riaffermata la solidità del legame transatlantico», si legge ancora nella nota Palazzo Chigi, che sottolinea come nel corso della visita «si affronterà la cooperazione nella gestione delle sfide globali, dalla sicurezza energetica al contrasto ai cambiamenti climatici, dal rilancio dell’economia allo sviluppo della sicurezza transatlantica». I due leader, inoltre, si confronteranno anche su questioni regionali e sui preparativi in vista dei vertici G7 e Nato di giugno.

Il colloquio con Zelensky e il viaggio a Kiev

Quanto al nuovo colloquio con Zelensky, Palazzo Chigi ha spiegato che al centro della conversazione vi sono stati gli ultimi sviluppi della situazione sul terreno in Ucraina e l’assistenza al Paese. Draghi ha ribadito il pieno sostegno del governo italiano alle autorità di Kiev e la disponibilità italiana a contribuire alla ricerca di una soluzione duratura della crisi, mentre la visita del premier in Ucraina sarà oggetto di un nuovo colloquio. Zelensky, poi, su Twitter ha riferito del suo ringraziamento a Draghi per gli impegni assunti dall’Italia, dal «coinvolgimento nelle indagini sui crimini contro l’umanità russi» al «sostegno di principio per inasprire le sanzioni contro l’aggressore», fino al fatto di «aver dato rifugio a oltre 100mila ucraini». Inoltre, ha spiegato ancora il presidente ucraino, si è «anche discusso il coinvolgimento dell’Italia nelle future garanzie di sicurezza per l’Ucraina».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA