La7, la serie tv con Zelensky non è vista neanche da 1 milione di italiani. Fa più ascolti il talk di Porro

5 Apr 2022 11:05 - di Redazione
Zelensky serie tv

In prima tv assoluta per l’Italia lunedì 4 aprile su LA7 è andata in onda la serie tv ucraina Servitore del popolo. Una serie che ha reso celebre, ancor prima di essere eletto, l’attuale Presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky.

‘Servant of the people’, prodotta da Kvartal 95 (la società di produzione dello stesso Zelensky) è stata trasmessa tra il 2015 e il 2019 con successo di critica e ascolti sulla rete televisiva Ucraina ‘1+1’, approdando poi anche in Germania, Francia ed Emirati Arabi. Diventata un vera e proprio serie-documento, è stata nuovamente distribuita in Inghilterra su Channel Four ed è disponibile su Netflix negli Stati Uniti.

Dopo i primi tre episodi di Servant of the people, La7 ha trasmesso un’altra prima tv: Zelensky the story, un docufilm che ripercorre le tappe fondamentali della carriera artistica e politica del presidente ucraino. Dagli inizi come attore e produttore di programmi tv, alla campagna politica; dall’elezione, alla rivalità con il presidente Putin, sfociata nel conflitto di oggi.

La storia  racconta di come un professore di storia di liceo, chiamato Vasyl Petrovych e interpretato da Zelensky, vince inaspettatamente le elezioni alla presidenza dell’Ucraina. La vittoria arriva grazie a un video messo in circolazione da uno dei suoi studenti in cui il professore inveisce contro la corruzione e l’oligarchia del governo ucraino.

La serie non ha catturato un grande interesse. Maggiore lo share di Report su Rai3 che ha raccolto davanti al video 2.166.000 spettatori pari ad uno share del 9.5%. E ancora su Rete4 Quarta Repubblica ha totalizzato un ascolto medio di 970.000 spettatori con il 5.6% di share. Su La7 Servant of the People ha registrato 821.000 spettatori con uno share del 3.4%.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA