Clamorosa gaffe di Saviano: attacca i russi pubblicando la foto di un bambino mutilato nel 2015 dagli ucraini

16 Apr 2022 17:13 - di Lucio Meo

La foto di un bambino ucraino ma “russofono”, mutilato da una bomba ucraina nel 2015, è stata utilizzata per errore o, forse peggio, per malizia, a corredo di un post contro i russi. Roberto Saviano pontifica, come sempre, ma pur di colpire, choccare, millantare notizie che non ha, sceglie foto di repertorio e commette una gaffe clamorosa che sulla rete scatena ilarità e sconcerto. Attaccare la Russia è giusto e doveroso, pubblicare foto di sette anni fa per portare acqua alle proprie tesi è una clamorosa opera di disinformazione.

La gaffe di Saviano e la foto sbagliata del bambino colpito dagli ucraini

“Non cercare alibi alla guerra di #Putin è il dovere di chi traccia memoria di questo conflitto che si accanisce sui corpi dei civili. Rispettare questo dolore significa non farsi cassa di risonanza della propaganda di Mosca”, scrive Saviano su Twitter pubblicando la foto di un bambino senza arti, nel letto di un ospedale, a Mariupol. Nella sua pubblicazione, Saviano fa dunque riferimento all’attuale invasione russa in Ucraina. Una fake-foto, gli fanno però notare subito diversi utenti. La foto è datata2015 ed è di un bambino vittima del conflitto nel Donbass, appartenente a una famiglia filo separatista e dunque vittima di una bomba ucraina. Un suo follower, molto più informato di lui, intima a Saviano di cancellarla subito e gli spiega nel dettaglio perché “quel bambino è stato ridotto così da una granata ucraina inesplosa, nel 2015, nel Donbass”, per poi concludere: “Cancella il tweet e vergognati, se ne sei capace” (come da foto in alto).

Anche Open di Mentana smaschera lo scrittore di Gomorra

Open, il quotidiano on line diretto da Enrico Mentana, conferma a sua volta la fake-foto di Roberto Saviano ma non entra nel merito dell’origine “russofona” del bambino, che è ucraino, è in un ospedale di Mariupol, ma non è vittima dei russi. E soprattutto, non ha nulla a che vedere con questa guerra scatenata dai russi.

“Il bambino nella foto non ha nulla a che vedere con l’attuale invasione russa in Ucraina. La foto è stata scattata nel dicembre 2015 dalla fotografa Marta Iwanek presso l’ospedale pediatrico Shriners Hospitals for Children di Montreal. Il bambino ritratto si chiama Mykola Nyzhnykovskyi ed è ucraino. Roberto Saviano pubblica una foto che non riguarda affatto l’attuale invasione russa in Ucraina. Rivolgendosi al pubblico riguardo il conflitto in corso, non specifica l’origine dello scatto ritrovandosi di fronte le contestazioni…”. Verdetto: foto fuori contesto, in altri termini, messa lì a copertura di una frase che nulla aveva a che vedere con l’immagine…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA