“Putin, fallo ammazzare”: minacce di morte a Di Maio. Da Meloni a Letta tutti solidali col ministro

lunedì 4 Aprile 21:05 - di Carlo Marini
minacce Di Maio

«Solidarietà al ministro degli Esteri Luigi Di Maio per le vigliacche minacce ricevute. Mi auguro che i responsabili siano individuati e che queste intimidazioni non restino impunite». Così la leader di Fdi, Giorgia Meloni, sulle minacce di morte rivolte al ministro degli Esteri. riportate in diverse chat su Telegram e sui social. Tra gli utenti, molti filo-Putin, spuntano foto profilo con la Z, il simbolo delle forze russe in Ucraina.

Minacce a Di Maio sui gruppi Telegram filo-russi

Al titolare della Farnesina sono state inviate minacce pesantissime: “Di Maio con una spranga nel cervello”, “Ti faranno fuori”, “Muori coglione”, “Muori male”, “Putin manda qualcuno ad ammazzarlo”. Queste alcune delle frasi intimidatorie. Diverse anche le immagini di bare ed asce con commenti minatori rivolti a Di Maio, che ha preso posizioni nette di condanna nei confronti della guerra di Putin in Ucraina. Minacce che hanno visto tutte le forze politiche vicine e solidali al ministro degli Esteri.

Letta, Brunetta, Salvini: tutti solidali con Di Maio

“Solidarietà e sostegno al ministro Di Maio, oggetto di gravissime minacce sui social. Sono convinto che non si farà intimidire e che continuerà a lavorare con ancora maggior determinazione. Proseguiremo nel cercare ogni modo possibile affinché l’ingiustificabile aggressione russa all’Ucraina possa cessare il prima possibile e lasciare il posto ad una soluzione diplomatica ragionevole”. È quanto afferma il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini. “Piena solidarietà al ministro Di Maio, dopo le inaccettabili minacce di morte che gli sono state rivolte in alcune chat Telegram e social”. Così il leader della Lega, Matteo Salvini. “Solidarietà piena a Luigi Di Maio per i pesanti attacchi e le gravi minacce ricevute. #Ucraina #Putin”, ha scritto su Twitter il segretario del Pd, Enrico Letta. “Solidarietà al ministro Di Maio per le gravi minacce ricevute dagli odiatori di professione. Una violenza verbale tanto più inaccettabile quanto più imperversa la violenza reale in Ucraina. Avanti con coraggio, Luigi: il Paese è con te, dalla parte giusta della storia”. Lo scrive in un tweet Renato Brunetta, ministro per la Pubblica amministrazione.

Il diretto interessato ha commentato su Twitter: “Non saranno le minacce a fermare la nostra azione di condanna della guerra di Putin. Continuiamo a lavorare per arrivare a un cessate il fuoco e chiediamo la de-escalation. Diamo il massimo per raggiungere una tregua umanitaria e ritrovare pace e stabilità in Ucraina e in Europa”, ha aggiunto Di Maio.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *