Lollobrigida: «Dobbiamo restituire autorevolezza all’Italia e liberare le energie»

venerdì 29 Aprile 9:15 - di Mia Fenice
Lollobrigida

«L’evento di Milano segna per Fratelli d’Italia un ulteriore passaggio di centralità nella costruzione di un’alleanza politica alternativa ai progressisti, basata sulla volontà di “liberare l’energia dell’Italia”». Francesco  Lollobrigida, capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, in un’intervista a Il Tempo presenta la Conferenza programmatica di Milano. «In questa tre giorni, che rappresenta solo l’inizio di un percorso più ampio e articolato, approfondiremo le parole d’ordine “indipendenza“, “libertà“, “crescita” insieme con i tantissimi delegati, gli amministratori locali ma anche con persone esterne al nostro partito che vogliano contribuire a questo percorso di rilancio della nazione».

Lollobrigida: «Ci saranno firme prestigiose che corroboreranno il progetto della Meloni»

Lollobrigida spiega che «saranno firme prestigiose che corroboreranno il progetto di Giorgia Meloni: dal magistrato Nordio al professor Tremonti, dal presidente emerito del Senato Pera al sociologo Alberoni, all’amministratore delegato di Terna Donnarumma e tante altre illustri personalità. Ci saranno numerosi tavoli tematici di approfondimento politico, economico, sociale e culturale. Il 1° maggio, giornata in cui il presidente Meloni terrà la sua relazione conclusiva, ci sarà anche un concerto per il lavoro non tutelato dell’orchestra “Virtuosi Italiani” diretta dal direttore d’orchestra Beatrice Venezi».

«La scelta di non sostenere Draghi si è dimostrata giusta»

Quanto al governo Draghi, Lollobrigida puntualizza che «la scelta di non sostenere Mario Draghi, che al di là delle qualità personali ha fallito proprio nell’obiettivo principale di restituire autorevolezza alla nazione, si è dimostrata giusta prima di tutto perché Fratelli d’Italia ha ancora una volta mantenuto gli impegni assunti con i propri elettori, e in secondo luogo, con il senno del poi, anche per l’evidente incapacità di questo esecutivo di cambiare passo come invece gli ottimisti avevano prefigurato. Resta un governo imposto senza consenso popolare, formato da forze politiche che hanno interessi e programmi divergenti. Un governo che prima andrà a casa e meglio sarà per gli italiani».

Lollobrigida: «I programmi di governo si scrivono insieme»

Come avverrà – se avverrà – la sintesi con Lega, Forza Italia e centristi? «I programmi di governo si scrivono insieme quando si costruisce un’alleanza. Fratelli d’Italia non ha intenzione però di perdere tempo, per questo rendiamo pubbliche oggi le nostre proposte e le costruiamo con tutti coloro che ci stanno. Ribadisco: non abbiamo tempo da perdere né voglia di attendere che i nostri potenziali alleati esauriscano le esperienze di governo con il Partito democratico e con il Movimento 5 stelle. Ogni giorno perso per l’Italia è un danno del quale non vogliamo essere responsabili».

«I risultati del governo sono stati mediocri»

Salva qualcosa di questo governo? «Il problema non è Draghi, che comunque nessuno ha votato, ma le forze politiche di maggioranza che lo sostengono e che hanno programmi alternativi. Se i risultati del primo anno sono stati tra il mediocre e l’impercettibile, le cose non potranno che peggiorare con l’avvicinarsi della campagna elettorale, in prossimità della quale ogni forza politica esalterà le proprie priorità, creando ulteriori divisioni e fibrillazioni che faranno perdere tempo alla Nazione».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *