Bettini si ritira a Parigi e scrive un libro che fa a pezzi i maggiorenti del Pd. Lo anticipa Storace

domenica 10 Aprile 18:36 - di Redazione
Bettini

“Prima delle politiche un ciclone di nome Goffredo Bettini si abbatterà sul Pd. Perché si è stancato delle dicerie, delle cattiverie, delle bugie. Chi ne ha raccolto le parole negli ultimi tempi, lo ha trovato profondamente ferito”.

Su 7Colli, Francesco Storace firma un articolo che racconta retroscena sui malumori dell’esponente dem, che “andrà a Parigi e scriverà un libro sul partito. Storace ricorda “il silenzio dei vertici politici e istituzionali dei democratici rispetto alla campagna falsa e mirata contro di lui di Calenda, durante la campagna elettorale del Sindaco Gualtieri. Silenzio che è proseguito persino durante la polemica villana sulla Festa del Cinema di Roma e alle lettere anonime alla sorella, rea di essere una donna capace”.

“Bettini ha scelto la strada del riserbo – scrive Storace – . Da due mesi non parla, non sta sui giornali. Dice che gli occorre un lungo digiuno di esposizione mediatica e politica attiva. E un sano distacco dalle vicende locali; pare che addirittura, al contrario del passato, non senta più né Zingaretti né Gualtieri“. Storace rivela infine Bettini “è in partenza per la Francia dove resterà molti mesi. Scriverà un libro, perché ‘all’indifferenza calcolatrice vuole contrapporre la bellezza della parola’. Sarà un libro di politica, che conterrà un richiamo al conflitto contro lo status quo del potere”.

“Chi vuole il parricidio, avrà la sua risposta – anticipa l’articolo – . I simboli sono abbattuti come le statue: è la morale che se ne ricava, in un campo come nell’altro, della politica. Sarà un libro che farà rumore. Perché alla bugia che domina il nostro tempo, si contrapporrà la verità (almeno dal suo punto di vista). E certo costringerà a riflettere sul futuro dei partiti, sempre più ridotti a gruppi personali e lontani da quel concetto di comunità e di organizzazione politica che un tempo infiammava l’anima di chi vi aderiva”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *