Tragedia a Favignana: nonno fa retromarcia e uccide il nipote di due anni nel giardino di casa

lunedì 14 Marzo 18:40 - di Penelope Corrado
Favignana

Dramma a Favignana, la maggiore delle isole Egadi in provincia di Trapani, dove nella serata di domenica un bambino è morto in circostanze tragiche, investito innavvertitamente dal nonno nel tentativo di fare retromarcia con la sua vettura nel giardino dell’abitazione del figlio. L’anziano non si era accorto che il bimbo, di appena due anni, si trovava dietro la macchina e lo ha travolto. Subito portato al presidio medico dell’isola, il piccolo è deceduto per le ferite riportate, prima dell’eventuale trasporto d’urgenza a Trapani. Alla famiglia, che si stringe nel proprio dolore, è stata restituita la salma del bambino. Il magistrato di turno della Procura di Trapani ha deciso di non disporre l’autopsia.

Il piccolo Libero è sfuggito al padre: la tragedia a Favignana

L’uomo, 75 anni, ha effettuato una retromarcia nel cortile dell’abitazione del figlio e non si è accorto della presenza del nipote, il piccolo Libero, investendolo. Secondo una prima ricostruzione il piccolo sarebbe sfuggito al padre da dentro casa, per correre incontro al nonno che stava facendo manovra con il suo furgoncino.

L’intera popolazione dell’isola di Favignana è rimasta sconvolta dal fatto. «Un tragico incidente ha colpito ieri la nostra comunità con la scomparsa del piccolo Libero – dichiara il sindaco isolano, Francesco Forgione – l’Amministrazione Comunale e l’intera cittadinanza egadina stringono in un abbraccio i genitori Filippo e Viviana e tutti i loro cari per la tragedia che li ha colpiti. Non dimenticheremo l’allegria, la gioia e i riccioli biondi del piccolo Libero».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *