Cadono i primi giornalisti, uccisi vicino a Kiev un cameraman di Fox News e una producer ucraina

martedì 15 Marzo 19:16 - di Milena Desanctis
giornalisti

Altri due giornalisti hanno perso la vita nel conflitto in Ucraina. Le vittime erano impegnate nell’area della città di Horenka, vicino Kiev. Sale così a tre il numero degli operatori dei media morti dall’inizio del conflitto in Ucraina. Il primo era stato l’americano Brent Renaud: ucciso mentre raccontava la guerra in Ucraina. Ora la lista si allunga.

Chi sono i giornalisti che hanno perso la vita

Si tratta del cameraman di Fox News Pierre Zakrewski e della producer Alexandra Kuvshinova. Insieme a loro c’era anche il corrispondente della Fox News Benjamin Hall, rimasto ferito in modo grave e sottoposto a diverse operazioni. I due hanno perso la vita in seguito all’attacco russo nel nordovest della città. Zakrzewski, spiega la Fox News, aveva una lunga esperienza nei teatri di guerra.

I tre reporter, come riporta Tgcom24, viaggiavano sulla stessa auto. L’agenzia di stampa ucraina Unian ha precisato che il reporter ferito, britannico, era con i due colleghi nell’auto colpita: sarebbe stato sottoposto a un intervento chirurgico.

Giornalisti in Ucraina, ferito Benjamin Hall

Irlandese, 55enne, era un giornalista esperto Pierre Zakrzewski: per l’emittente americana aveva coperto le guerre in Afghanistan, Iraq, Siria e altri conflitti. «Notizie orribili da annunciare: il cameraman della Fox Pierre Zakrzewski è stato ucciso nello stesso attacco che ha ferito il corrispondente Benjamin Hall. Ho lavorato con Pierre molte volte in giro per il mondo. Era un tesoro assoluto. Inviamo le nostre più sentite preghiere alla moglie e alla famiglia di Pierre», sottolinea John Roberts di Fox News.

La conferma della morte di Pierre Zakrzewski

La conferma della morte del giornalista, che viveva a Londra con la moglie Michelle, è stata data dalla Ceo di Fox News Media Suzanne Scott. «È con grande tristezza ed il cuore pesante che condividiamo la notizia della morte del nostro caro Pierre Zakrzewski», ha detto ricordando che «la sua passione e il talento come giornalista non avevano pari».

«Pierre una costante di tutte le nostre coperture internazionali, io come tanti altri, provavo un senso di sicurezza quando arrivato sul posto vedevo che c’era lui con la telecamera in mano», ha aggiunto il presidente e direttore di Fox News Jay Wallace. «Non so cosa dire – ha scritto su Twitter un altro inviato di Fox News, Trey Yingst – Pierre era buono come lo vedevi, altruista, coraggioso, appassionato, sono così triste che sia successo».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *