Ucraina, a un passo dal baratro. Biden minaccia la Russia: “Risposta immediata se attacca”

domenica 13 Febbraio 19:55 - di Robert Perdicchi

Ore di attesa e di tensione, sul fronte ucraino, in attesa che la diplomazia muova i suoi ultimi passi prima di un’invasione della Russia che si fa sempre più probabile. Il ministero degli Affari Esteri russo ha criticato la decisione di Stati Uniti e Regno Unito di ritirare gli osservatori in forza alla Missione di monitoraggio speciale dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce) in Ucraina. La missione – afferma il ministero – è stata “trascinata deliberatamente in una psicosi militaristica” presumibilmente orchestrata da Washington.

“Queste decisioni – ha affermato la portavoce del ministero, Maria Zakharova – non possono che causare seria preoccupazione in noi... La missione viene deliberatamente trascinata in una psicosi militaristica che viene orchestrata da Washington e utilizzata come strumento per una possibile provocazione”.

Gli Usa mandano aiuti bellici all’Ucraina

Due aerei americani carichi di materiale bellico destinato a rafforzare le difese ucraine sono intanto atterrati oggi a Kiev. Ad annunciarlo è stata l’ambasciata statunitense in Ucraina. Gli aiuti rientrano “nei 200 milioni di dollari il cui esborso è stato recentemente autorizzato e includono munizioni e lanciagranate a spalla”, si legge in un comunicato su Twitter.

In un colloquio telefonico con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, il presidente Usa Joe Biden ha detto che gli Stati Uniti risponderanno “in modo rapido e deciso a ogni ulteriore aggressione russa contro l’Ucraina“. I due leader, riferisce la Casa Bianca, “hanno convenuto sulla necessità di continuare a perseguire la diplomazia e la deterrenza in risposta al rafforzamento militare della Russia ai confini con l’Ucraina”.

La Lituania in soccorso di Kiev

Il ministero della Difesa lituano ha annunciato la consegna di materiale bellico all’Ucraina: gli aiuti, ha reso noto il ministro della Difesa Arvydas Anušauskas, includono il sistema missilistico di difesa contraerea Stinger. L’ambasciata di Vilnius ha pubblicato le immagini degli aiuti a bordo di un C-17, che mostrano anche alcuni mezzi. In aggiunta sono stati inviati giubbotti antiproiettili.

L’appello del Papa per la pace

”Le notizie che giungono dall’Ucraina sono molto preoccupanti, affido alla coscienza dei responsabili politici ogni sforzo per la pace”. Lo ha detto Papa Francesco dopo la recita dell’Angelus invitando i presenti in piazza San Pietro a pregare in silenzio con lui per la pace.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *