Lite tra richiedenti asilo finisce a coltellate: violenza tra nigeriani nella struttura di Monza

giovedì 24 Febbraio 10:34 - di Emanuele Valci
richiedenti asilo

Violenza e sangue in una struttura per richiedenti asilo a Monza. Una lite finisce a coltellate. Mancavano pochi minuti alle 14 quando alla sala operativa della Questura sono arrivate alcune segnalazioni. C’era il caos per uno scontro tra due persone in un’abitazione.

Lo scontro tra i richiedenti asilo

Immediato l’intervento di due Volanti e due pattuglie della Mobile nella struttura che ospita richiedenti asilo. Gli agenti hanno trovato un uomo, nigeriano, sanguinante con diverse ferite all’addome, alla schiena e alle gambe. La vittima è stata trasportata in codice rosso all’ospedale San Gerardo, dove è stata stabilizzata e ricoverata in prognosi riservata.

Anche l’aggressore è un nigeriano

Gli agenti hanno bloccato e trasportato l’aggressore. Si tratta di un 30enne, anch’egli nigeriano con precedenti di polizia per reati contro la persona. I testimoni hanno raccontato come alla base di tutto ci fosse un diverbio sulle pulizie. La lite all’inizio è stata solo verbale. Poi è degenerata, tanto da spingere il 30enne a impugnare un grosso coltello con cui ha ripetutamente colpito il connazionale.  L’arma del delitto, insanguinata, è stata ritrovata a sequestrata dalla Scientifica durante il sopralluogo nella struttura per richiedenti asilo.

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi