Draghi e il “sorriso dietro la mascherina”… l’ironia di Capezzone sugli osanna del Corriere

giovedì 10 Febbraio 11:28 - di Adele Sirocchi
Draghi Capezzone

La giornata di Mario Draghi a Genova la racconta oggi il Corriere con toni ossequiosi e rapiti. L’articolo è di Monica Guerzoni e suscita l’ironia di Daniele Capezzone durante la rassegna stampa “La Verità alle sette”. Già l’attacco dell’inviata del Corriere è tutto un programma: “L’abbraccio con gli occhi lucidi ai parenti delle 43 vittime del Ponte Morandi, la carezza alla fascia tricolore che avvolge la targa in memoria…“. E’ la “prima tappa di un viaggio in Italia che segnerà la ripartenza del premier e quella del Paese“.

Va giù la curva del Covid, insomma, e Draghi – beffato durante la partita quirinalizia nelle sue ambizioni non troppo segrete – torna ad essere il salvatore, il re taumaturgo dell’Italia piagata dalla pandemia, il condottiero che trainerà la rinascita. La foto che lo ritrae nella cabina di pilotaggio di una motovedetta della Finanza, con la quale è arrivato dopo un giro nel porto, è tutta un programma. E il Corriere si attiene al copione.

Il premier prepara un tour simbolico in varie località d’Italia, dunque. “Pronto a stabilire – chiosa estasiata la cronista del Corriereuna connessione sentimentale con il paese reale“. Ovviamente “senza la mediazione dei partiti”. Draghi non se ne starà più nell’ombra a mediare, a tollerare i capricci e le bizze dei partiti. Il Corriere lo dipinge come il grande decisore che vuole riprendere in pugno le redini della nazione e guidarla verso la salvifica ripresa consentita dal Pnrr.

Così il discorso scandito a palazzo San Giorgio testimonia di un premier che ormai parla in prima persona, con citazione del poeta Giorgio Caproni. C’è lui e c’è l’Italia. “L’io e il noi. Draghi e il Paese per il quale vuole fare il più possibile, a ogni costo. Un nuovo whatever it takes“. Con un linguaggio del corpo di cui il Corriere fornisce adeguata esegesi: “Il braccio ripetutamente alzato, il sorriso dietro la mascherina…“. Commenta Daniele Capezzone: “Oggi un pezzo del Corriere, in estasi mistica, vede “il sorriso dietro la mascherina” di Draghi. Non ci sono più parole. L’agenzia Stefani è ancora al lavoro”.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *