Raggi in fila per fare il tampone in incognito. Calenda la attacca: dica se si è vaccinata

10 Gen 2022 10:59 - di Redazione
Raggi

Virginia Raggi in fila davanti alla farmacia di Piazzale delle Medaglie d’Oro, zona Balduina, per fare il tampone. Nonostante cappuccio e mascherina, l’ex sindaca è stata riconosciuta e la foto che la mostra in fila per tamponarsi, come migliaia di romani in questi giorni, è finita in cronaca di Roma su Repubblica.

“La foto – ha scritto domenica il quotidiano – è materiale da chat. Rimbalza di cellulare in cellulare in Campidoglio. Offre l’occasione per attaccare ancora una volta Raggi. La pentastellata è stata contagiata dal Covid a novembre 2020 e per mesi ha ribadito di avere anticorpi a sufficienza. Mai un appello a favore della vaccinazione, l’ex inquilina di palazzo Senatorio in campagna elettorale ha optato per la libertà di scelta. E adesso c’è chi tra gli scranni del Pd medita di negarle la presidenza della commissione Expo per questioni di opportunità. Sempre che Raggi possa continuare ad accedere in aula Giulio Cesare”.

Dal 15 febbraio, infatti, per entrare in consiglio comunale sarà necessario il Super Green Pass, ma solo per gli over 50. Raggi, quindi, non rientra tra gli obbligati a vaccinarsi. Polemico verso l’ex sindaca Carlo Calenda che su Twitter incalza: «Raggi dovrebbe almeno chiarire se si è vaccinata o meno – scrive il leader di Azione -. Avrà le sue ragioni e potrà esporle con efficacia. Però questo dire e non dire non è appropriato per una figura pubblica».

In una delle ultime interviste, del resto, Virginia Raggi non aveva fatto mistero della sua vicinanza a Beppe Grillo, il quale si è espresso molto duramente contro l’obbligatorietà del vaccino. Secondo il fondatore del M5s l’obbligo del vaccino “evoca immagini orwelliane che pesano molto psicologicamente”. Grillo sul suo blog ha parlato delle misure messe in campo dagli Stati occidentali per far fronte all’emergenza sanitaria: “Il bilancio delle strategie adottate in Occidente contro la pandemia è deludente. La vaccinazione non basta”, ha scritto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA