L’Hotel Danieli a Venezia “caccia” John Malkovich: ha il Green pass scaduto, niente suite

mercoledì 19 Gennaio 11:35 - di Redazione
John Malkovich

Niente Hotel Danieli a Venezia per John Malkovich: il 68enne regista e produttore americano aveva una prenotazione per una suite con vista sul bacino di San Marco. Ma l’albergo non lo ha potuto ospitare perchè al controllo è risultato sprovvisto di Green Pass.  Il regista si trova nella città lagunare per le riprese di ‘Ripley’, serie tv ispirata ai romanzi di Patricia Highsmith. Lo staff di Malkovich, per il soggiorno del regista e produttore, ha dovuto ripiegare in tutta fretta affittando una casa privata “degna” dell’attore. Non fa sconti a nessuno il decreto firmato il 31 dicembre da Mario Dragh: per accedere agli alberghi in tempi di opmicron è necessario avere il super green pass, quindi essere guariti dal Covid o essere vaccinati.

John Malkovich ha il grenn pass scaduto, il Danieli lo manda via

Pertanto John Malkovich non ha potuto occupare la suite extralusso del mitico Hotel Danieli di Venezia: il suo Green pass, come confermano fonti della produzione, era scaduto. Da quando la troupe è sbarcata in laguna viene assistita e seguita dal punto di vista sanitario. Per loro è attiva una struttura mobile privata nei pressi della Pietà; a due passi da Piazza San Marco, che provvede a effettuare i tamponi molecolari ogni due giorni ai protagonisti della serie e agli addetti alle riprese.

Sul set di “Ripley” un focolaio Covid

John Malkovich è a Venezia per “Ripley”, la serie televisiva remake del celebre romanzo , “Il talento di Mr. Ripley”, (del 1955), da cui è stato tratto il famoso film. Nel cast non ci sarà più Matt Damon a interpretare Ripley,  ma l’attore irlandese Andrew Scott; e poi Johnny Flinn e Dakota Fanning. Proprio sul set è scoppiato un focolaio di Covid e le riprese hanno subito un rallentamento. La troupe diretta dal regista Steven Zaillian resterà a Venezia per un mese. Per chi possiede la certificazione verde restare a Venezia non è stato un problema. Ma per Malkovich è andata diversamente. “Essere John Malkovich”, come recita un celebre film, in questo caso non serve a molto. La serie riporterà sugli schermi il personaggio di Tom Ripley, truffatore e assassino, che inizia la sua scalata al bel mondo con una insolita missione nell’Italia degli anni 50.  Le riprese sono iniziate in autunno, dopo un lungo rinvio per la pandemia; e hanno fatto tappa prima ad Anzio, a Napoli e in costiera amalfitana per approdare ora a Venezia:dove dovrebbero durare un altro mese e coinvolgere i luoghi più suggestivi della città.

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *