Giorgia Meloni: «Sembra essere tornati ai tempi del peggior governo giallorosso, con il Pd a dettar legge»

giovedì 6 Gennaio 13:43 - di Franco Bianchini
Giorgia Meloni

«Invece di ammettere i propri evidenti fallimenti e chiedere umilmente scusa agli italiani, il Governo “dei migliori” continua con la sua folle e illiberale deriva ideologica, arrivando ad intaccare ancora di più i diritti civili». Lo afferma Giorgia Meloni, in un post su Facebook. «Sembra di essere tornati ai tempi del peggior governo giallorosso, con il Pd, Speranza e qualche altro ministro “illuminato” a dettare legge».

Giorgia Meloni e il sussulto di orgoglio

«Nessuna grande nazione nell’intero globo è arrivata a tanto, in Francia il Parlamento ha subito stoppato il tentativo di Macron di emulare Draghi nella transizione verso l’agghiacciante società dei Qr code. Ed è quello che proveremo a fare anche noi in ogni modo, quando questi provvedimenti liberticidi dovranno essere votati da chi è stato eletto dai cittadini, nella speranza che i parlamentari che ancora credono nella libertà abbiano un sussulto di orgoglio».

«Un’impennata senza precedenti»

La leader di FdI incalza. E in un altro post evidenzia la questione delle bollette. «Un’impennata senza precedenti sulla quale il sistema mainstream tace», afferma. E riporta le parole di Marcello Veneziani: «Quest’anno gli italiani sacrificheranno il 20% delle loro entrate dal caro-prezzi e al caro-energia. Un’impennata senza precedenti,  lo dicono tutti. Tutti meno i giornaloni, le tv pubbliche e l’informazione di regime».

Giorgia Meloni e gli effetti taciuti della pandemia

Ma non solo. «Uno degli effetti spesso taciuti della pandemia è stato l’ulteriore divario nella distribuzione della ricchezza», aggiunge Giorgia Meloni. «Milioni di nuovi poveri da una parte, e pochi fortunati che hanno continuato ad arricchirsi, alcuni con attività illecite. Tra questi gli scafisti, che hanno potuto continuare indisturbati la loro attività di sfruttamento grazie alla sinistra e al governo italiano. Obblighi e restrizioni per lavoratori e attività onesti, porti aperti per i clandestini e gli sfruttatori. È questo il governo tanto osannato da stampa e mainstream?».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *