Fitto: «Con Zile ai vertici europei i conservatori tornano centrali e i progressisti arretrano»

mercoledì 19 Gennaio 20:51 - di Gloria Sabatini

L’elezione della popolare Roberta Metsola alla guida del Parlamento europeo apre una nuova fase negli equilibri comunitari. E nelle sfide future. Ma rappresenta soprattutto una grande opportunità per i Conservatori europei che conquistano una doppia vittoria. “Non c’è dubbio”, fa il punto Raffaele Fitto, copresidente dell’Ecr, al termine di una giornata convulsa di vertici, telefonate e incontri. “Abbiamo ottenuto risultati molto importanti per due ragioni. Con l’elezione della Metsola, grazie a un gioco di alleanze, abbiamo invertito una tendenza a livello europeo di una maggioranza spostata verso il centrosinistra. Si tratta di una elezione che avviene con voti di uno schieramento molto ampio”. Un piccolo  capolavoro diplomatico targato Ecr? “Diciamo che siamo riusciti a tessere alleanze ampie dimostrando una nuova centralità”, risponde il presidente del gruppo, che in Italia è guidato da Giorgia Meloni.

Fitto: una doppia vittoria che ci rimette al centro dello scacchiere

Possiamo dire che il vento è cambiato e che la maggioranza Ursula inizia a scricchiolare? “Andrei cauto nel giudizio”, dice Fitto che alla narrazione trionfante preferisce il realismo di chi tesse quotidianamente la tela di un nuovo protagonismo. Sono tante le novità da segnalare. “Legate anche alla storia politica e personale della Metsola, Che condivide con noi molti valori e programmi”, dice l’esponente di Fratelli d’Italia. Che sottolinea il profilo eccellente della neo-presidente del Parlamento di Strasburgo. “Politica determinata e preparata, un’amica dell’Italia, una donna e una madre che crede nel valore della vita”. La sua elezione dà nuova linfa al fronte antiprogressista europeo.

L’Ecr spezza il cordone sanitario e siede ai vertici di Strasburgo

Ma l’Ecr registra un secondo successo. La conquista della vicepresidenza dell’Europarlamento, con l’elezione del lettone Roberts Zile. “Si tratta di un passaggio cruciale. Che dimostra la rottura dell’inaccettabile isolamento che ci vedeva ai margini istituzionali”. Il famoso cordone sanitario. “La vicepresidenza rappresenta una novità molto significativa. È giunto il momento che il gruppo Ecr sia rappresentato tra i vertici del Parlamento europeo. Per rimettere al centro dell’Europa le nostre proposte”.

Zile è uno dei migliori europarlamentari

Sul successo ha pesato anche il profilo personale dell’europarlamentare lettone, che ha ricoperto anche ruoli di governo nel suo paese. “È una delle migliori figure del Parlamento europeo. È stata una candidatura meditata e vincente”. Fitto non lo dice esplicitamente, noblesse oblige, ma, come anche la stampa ha sottolineato, l’Ecr può definirsi tra i vincitori di queste elezioni di medio termine degli organi parlamentari europei. Nuove frecce all’arco del centrodestra conservatore e riformista? “Questi risultati accrescono la nostra credibilità, la nostra centralità e il peso politico. Mentre il centrosinistra è costretto ad arretrare”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *