Covid, scoperta in Francia un’altra variante. Battezzata IHU, viene dall’Africa come Omicron

martedì 4 Gennaio 19:01 - di Redazione
nuova variante IHU

C’è una nuova variante del Covid sotto i riflettori degli esperti. Ma non sembra la momento destare preoccupazione. L’hanno scoperta in Francia. Si tratta della variante B.1.640.2. Il 9 dicembre esperti dell’Ihu Méditerranée Infection di Marsiglia spiegavano di averla rilevata in 12 pazienti di Forcalquier, nel Sud della Francia.

Nuova variante IHU, il paziente zero era tornato dal Camerun

La variante, riferivano nel post, è stata battezzata ‘IHU’ e depositata sulla piattaforma Gisaid con il nome B.1.640.2. Il paziente ‘zero’ di questo cluster di casi, come emerge da diversi servizi su media d’Oltralpe, era tornato dal Camerun. Perché preoccuparsene? Perché, spiegano gli scienziati, questo nuovo mutante sembrerebbe avere 46 nuove mutazioni e 37 delezioni, più di Omicron quindi.

Esperti divisi sulla minaccia della nuova variante IHU

Se ne parla adesso perché proprio nei giorni scorsi è stato pubblicato in versione prestampa (non sottoposta a revisione paritaria) sulla piattaforma ‘Medrxiv’ proprio il lavoro del gruppo francese sulla variante. Ma gli esperti sono divisi nell’approccio a questo mutante e nella definizione della portata della minaccia.

La nuova variante precede Omicron

L’Organizzazione mondiale della sanità, dal canto suo, vigila a distanza. E l’esperta Oms Maria Van Kerkhove via Twitter ricorda che la ‘madre’ di questa sottovariante – B.1.640 – è stata “classificata come ‘Variante sotto monitoraggio’ (Vum)” dall’agenzia Onu per la salute già “da novembre” e che l’Oms ha un solido sistema per intercettare e valutare le evoluzioni di Sars-CoV-2.

Non è convinto dall’eccesso di riflettori sulla variante il virologo Tom Peacock, del Dipartimento di malattie infettive dell’Imperial College di Londra. E spiega perché via social: per l’esperto occorre tenere presenti alcuni aspetti, come per esempio il fatto che “B.1.640.2 in realtà precede Omicron”, scrive in un tweet, e che “in tutto questo tempo ci sono state” esattamente “21 sequenze” depositate. “Non mi preoccuperei troppo al momento”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *