Caro bollette, Meloni: “Misure insufficienti. Il governo si attivi per evitare una bomba sociale”

sabato 22 Gennaio 12:45 - di Adriana De Conto
caro bollette Meloni

“Le misure che il ‘governo dei migliori’ mette in campo con l’ultimo decreto, contro il caro bollette, sono del tutto insufficienti. Nessun intervento strutturale per affrontare a lungo termine il problema dell’indipendenza energetica nazionale; e neppure misure immediate per alleggerire adeguatamente l’aumento dei prezzi dell’energia. Nulla o poco è stato fatto per le imprese messe ulteriormente in difficoltà in un periodo di grande crisi. E quasi nulla è stato fatto per le famiglie già duramente colpite dalla pandemia. Fratelli d’Italia chiede a questa maggioranza sgangherata di attivarsi per evitare una bomba economica e sociale. Non c’è altro tempo da perdere”. La nota di Giorgia Meloni è la sintesi perfetta della valanga di critiche che ha suscitato il decreto alla voce “caro bollette”.

Caro bollette Meloni: “Noi abbiano indicato la strada, ma i ‘migliori’ non recepiscono”

Basta fare un riscontro sul globale delle agenzie con la chiave di ricerca “inadeguati” per leggere una valanga di critiche. Dal mondo delle imprese alle più importanti associazioni di categorie. Ma non solo di caro bollette fallisce il governo. Il fronte degli indennizzi si rivela ancora pèiù inadeguato. “Fratelli d’Italia aveva chiesto – spiega Giorgia Meloni-  con un emendamento alla Manovra, di istituire un fondo di un miliardo di euro per indennizzare i danni legati ai vaccini anti-Covid: una misura che sarebbe servita per sostenere la campagna vaccinale. Soprattutto di anziani e categorie fragili. Una proposta che la sinistra ha bocciato e derubricato come inadeguata”. Di contro, “abbiamo appreso che il governo ha stanziato 50 milioni nel 2022 e 100 nel 2023 per indennizzare gli effetti collaterali del vaccino. E’ un primo passo ma non è  sufficiente. Come al solito Fratelli d’Italia indica la strada: ma ci vogliono mesi prima che il ‘governo dei migliori’ la capisca e decida di seguirla”.

Caro bollette, Confidustra concorda con la Meloni

Per la Cgia di Mestre, gli aiuti del governo coprono solo 6% rincari per famiglie e imprese. E  Confindustria Energia la pensa come Fratelli d’Italia: “Sembra emergere che le misure prese in considerazione dal Governo siano congiunturali e non strutturali: piccoli interventi spot senza una visione di lungo termine:purtroppo insufficienti a contrastare i fortissimi incrementi di costi che si sono abbattuti sui settori industriali energivori”.

Coldiretti: “Addio pasta, olio e pomodoro”

Gli fa eco Coldiretti: “Dall’aumento del 30% dei costi per produrre il grano per la pasta; ai rincari del 12% per quelli dell’olio extravergine d’oliva; fino ai ritardi negli accordi di filiera sul prezzo del pomodoro: sulle tavole degli italiani si abbatte nel 2022 una tempesta perfetta. Che mette a rischio anche il piatto simbolo della cucina tricolore e della Dieta Mediterranea: come gli spaghetti, olio e pomodoro.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *