Sorpresa a Valdobbiadene: un cervo fa irruzione nel palazzo del Comune e si aggira per gli uffici (video)

giovedì 16 Dicembre 11:29 - di Natalia Delfino
cervo valdobbiadene

La corsa sulla piazza del Comune, lo stupore dei passanti, l’irruzione nel Municipio sfondando una vetrata e, infine, il “salvataggio”, dopo le attenzioni degli impiegati comunali e la chiamata al servizio veterinario dell’Ulss 2 Marca trevigiana. Un cervo, anzi per l’esattezza una giovane cerva, ieri, ha portato un certo scompiglio nel centro di Valdobbiadene, in provincia di Treviso, dove all’ora di pranzo è entrata di tutta fretta negli uffici comunali, per poi iniziare ad aggirarsi confusa tra stanze e scrivanie, rischiando anche di incastrarsi fra i mobili.

L’irruzione del cervo nel Municipio di Valdobbiadene

Non è chiaro cosa abbia spinto la cerva a lasciare il suo habitat naturale, dove poi è stata riportata dai soccorritori: la Polizia Ittico-Venatoria della Provincia di Treviso e personale del Cras, il Centro di Recupero Animali Selvatici dell’Ente, che per svolgere l’intervento in sicurezza hanno avuto necessità di sedare l’animale. Certo è, però, che la visita inattesa ha suscitato grande curiosità e tenerezza in città (e non solo), con una folla che, appresa la notizia, si è radunata sulla piazza fuori dal Comune per vedere quello che stava accadendo. «Che sia andata in municipio a chiedere il Green pass?», ha scherzato qualcuno, secondo quanto riportato dal Quotidiano del Piave. Insomma, niente a che vedere con gli incontri dei romani con i cinghiali.

Bambi salvata e riportata nel suo habitat

«La povera cerva è ferita al muso. È parecchio spaventata, per questo abbiamo allontanato la gente che voleva entrare nella sede comunale per vederla: se sente rumori e vede persone, si agita», sono state le parole del sindaco di Valdobbiadene, Luciano Fregonese, riferite ancora dal Quotidiano del Piave. La disavventura vissuta dalla cerva comunque si è conclusa nel migliore dei modi: nel primo pomeriggio è già tornata sulle montagne sana e salva, al netto della piccola ferita al muso.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *