Guerra al contante, dal 1° gennaio scatta il tetto a 1000 euro. Meloni: «Un regalo alle banche»

mercoledì 29 Dicembre 9:29 - di Eugenio Battisti

La guerra al contante, avviata dal governo Conte, con il nuovo anno si avvia all’atto finale. In perfetta controtendenza con l’Europa. Dal 1 gennaio 2022 infatti entreranno in vigore nuove regole. Che incrementeranno l’uso della moneta di plastica, bancomat e carte di credito. I negozianti saranno obbligati ad accettarle per qualsiasi spesa. La norma è l’ultimo “regalo” del governo Conte 2 agli italiani.

Contante, dal 1 gennaio vietato sopra i 1000 euro

La soglia dei pagamenti consentiti con il denaro contante si riduce della metà. Si passa  dagli attuali 1.999,99 euro a 999,99. Non un centesimo di più. La soglia limite viene applicata per tutti i passaggi di contanti. Tra persone fisiche o giuridiche (società o enti). Per un prestito, una donazione, o un regalo da 1.000 euro in su, si deve utilizzare – dice il decreto – un metodo tracciato. Cioè i pagamenti di tipo elettronico come un bonifico. Dal 1 gennaio tutti i commercianti dovranno accettare i pagamenti con la monetica di plastica. E non semplicemente possedere un Pos. Finora l’obbligo era solo nell’averlo e non nell’utilizzarlo.

Danni per gli anziani e i meno abbienti

Tante le incognite e le “trappole”. A cominciare dai costi delle commissioni che lieviteranno. E alla fine ricadranno sul cliente finale.  L’evidenza scientifica – secondo il parere di un economista del calibro di Fabio Panetta- dimostra che “la carenza di contante danneggerebbe sia i commercianti, sia i consumatori. Soprattutto quelli con bassi redditi”. Le difficoltà maggiori – sottolinea l’ex direttore di Bankitalia – ricadono sui più anziani e le persone con livelli di istruzione bassi. Insomma a conti fatti i benefici del limite del cash a 1000 euro sono minori dei vantaggi presunti. Che deriverebbero dal contenimento di attività illecite.

Fratelli d’Italia: un enorme favore alle banche

Nessun contrasto all’evasione, solo un enorme favore alla banche, secondo Fratelli d’Italia. “È una norma del tutto ideologica”, attacca su Facebook Giorgia Meloni. Da sempre contraria  al tetto dell’utilizzo delle banconote.  “È sbagliata la scelta del governo Draghi e della sua maggioranza di confermare l’abbassamento del tetto all’uso del contante a mille euro. A partire dal 1 gennaio 2022. Fratelli d’Italia aveva proposto con degli emendamenti alla manovra di cancellare e rivedere questo provvedimento. Ma sono stati bocciati. Una scelta in perfetta continuità con il governo Conte”. Per la leader di FdI la norma è inutile a combattere l’evasione fiscale. “La guerra al contante serve solo a drenare risorse dall’economia reale al sistema finanziario. FdI non si arrende e continuerà a combattere la sua battaglia contro una norma ideologica, E che rappresenta un inutile fardello sulla nostra economia, per le imprese e le famiglie italiane, già piegate dalla pandemia”.

La contrarietà della Banca centrale europea

Una scelta politica in perfetta controtendenza con il resto d’Europa. Che infatti ha eccepito sulla scelta di Palazzo Chigi. Nel 2019, la Banca centrale europea  chiedeva lumi al governo Conte e all’allora ministro dell’economia Gualtieri. “Elementi per dimostrare di conseguire la dichiarata finalità pubblica della lotta all’evasione fiscale”. Si dovrebbero invece considerare, si legge nella lettera della Bce, le ripercussioni negative . In particolare per le fasce sociali meno abbienti. Per le quali il contante è “importante e agevola il controllo delle spese”. Raccomandazioni ignorate dall’allora governo dell’avvocato del popolo. E dall’attuale governo Draghi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • GABRIELLA 30 Dicembre 2021

    Ho quasi 81 anni, non sono molto esperta di PIN-POS ecc. Perchè non mettiamo almeno un limite di età a questa legge? Diciamo fino a 60 anni…..quando si è ancora svegli di cervello?

  • eddie.adofol 30 Dicembre 2021

    MA QUESTI HANNO COMINCIATO CON LA DITTATURA SANITARIA ED ORA STANNO COMPLETANDO CON LA VERA DITTATURA NN E’ PIU’ UN PAESE LIBERO COME LO E’RA PRIMA E OLTRETUTTO CI STANNO SOSTITUENDO COME POPOLAZINE FACENDO ENTRARE GIA’ OLTRE 70MILA IMMIGRATI SOLTANTO DALL’AFRICA NERA SENZA CONTARE QUELLI CHE VENGONO DALL’ORIENTE E DAL SUD/AMERICA E QUESTI CHE PRIMA ERANO CONTRO L’IMMIGRAZIONE CLANDESTINA ORA SI SONO ACCORDATI X FARCI INVADERE CON LA MALEFICA SINISTRA CHE UNA NE FA E CENTO NE PENSA CONTRO L’ITALIA E GLI ITALIANI VERACI———PERCHE’ X LA SX L’IMPORTANTE E’ GUARDARE ALLE LORO CASSEFORTI CHE DEVONO ESSERE SEMPRE BELLE PIENE X I LORO COMODI————E SALVINI HA ABBOCCATO CON LA COMPLICITA’ DI BERLUSCONI—–