Caso Morisi, Salvini: «Se Luca vuole, può tornare a lavorare con me anche subito» (video)

giovedì 16 Dicembre 9:54 - di Eleonora Guerra
salvini morisi

«La mia porta per lui è sempre aperta, spalancata». Parlando della vicenda che ha travolto Luca Morisi, «amico» e suo ex capo della comunicazione social, Matteo Salvini ha chiarito che «se vuole può tornare a lavorare con me da subito».

Salvini: «Morisi può tornare a lavorare con me da subito»

«Non amo quelli che abbandonano gli amici nel momento della difficoltà», ha chiarito il leader della Lega ospite di Massimo Giletti a Non è l’Arena su La7. «Morisi è una bravissima persona, lo hanno massacrato sul nulla per attaccare me. I giudici hanno detto che non ha commesso nessun reato, avete letto mezza riga di scuse sui giornali? La mia porta per lui è sempre aperta, spalancata», ha sottolineato Salvini, ribadendo che si sarebbe aspettato delle scuse a Morisi che, però, non sono mai arrivate.

La gogna mediatica e la richiesta di archiviazione

Salvini non ha mai nascosto l’amarezza per quanto accaduto al suo storico collaboratore, finito in una gogna mediatica a ridosso delle amministrative e costretto, di fatto, alle dimissioni qualche giorno prima che scoppiasse il caso. Dopo settimane di indiscrezioni sull’episodio dell’incontro con i due escort rumeni e di illazioni sulla droga e dopo mesi dall’esplosione della vicenda, la Procura di Verona ha infine accertato l’estraneità di Morisi a qualsiasi reato, chiedendo l’archiviazione e derubricando di fatto tutte le circostanze a fatto meramente privato.

La rabbia di Salvini per l’«amico sputtanato a reti unificate»

«Luca Morisi è stato sputtanato a reti unificate per due mesi. Dopo due mesi di fango sui giornali sulle tv, sui tg, la procura ha archiviato perché il reato non sussiste», è stato il commento di Salvini alla notizia della richiesta di archiviazione, sottolineando da subito la propria rabbia per il fatto che «hanno colpito un amico per colpire me e in questi casi mi incazzo come un bufalo. Prendetevela con me, non con chi mi è vicino».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *