Alec Baldwin, prima intervista dopo l’incidente, piange e assicura: io quel grilletto non l’ho premuto…

giovedì 2 Dicembre 17:03 - di Paolo Lami

È un uomo profondamente sofferente e provato quello che si presenta, per la prima volta da quando è successo l’incidente, lo scorso ottobre, sul set del film western “Rust”, davanti alle telecamere di Abc News che trasmetterà stasera, per intero, l’intervista ad Alec Baldwin dopo la morte della direttrice della fotografia , Halyna Hutchins colpita da un proiettile partito dalla pistola di scena che l’attore stava maneggiando e che, in teoria, sarebbe dovuta essere scarica.

Tutt’oggi, a distanza di mesi e con un’indagine dello sceriffo della Contea ancora in corso, non è ancora chiaro come sia davvero potuto accadere la tragedia che ha scosso profondamente Hollywood ponendo, nuovamente, sul tappeto una serie di questioni già in passato affrontate sull’utilizzo delle armi vere sui set cinematografici poiché quelle finte, a dire dai produttori, sono smaccatamente finte e non renderebbero appieno la scena.

Però tutto questo ha dei costi in vite umane che nessuno si può permettere di ignorare. Quello di Rust non è certo il primo incidente di questo genere sul set.

“Il grilletto non è stato premuto. Io non ho tirato il grilletto“, assicura un contrito Alec Baldwin nel corso dell’intervista con George Stephanopoulos.

Il giornalista di Abc News chiede ad Alec Baldwin perché abbia puntato l’arma e tirato il grilletto sebbene la sceneggiatura non prevedesse il gesto.

“Non punterei mai un’arma contro qualcuno e non tirerei il grilletto, mai”, assicura Baldwin.

“Qualcuno ha messo una pallottola ‘viva’ nell’arma, un proiettile che non doveva nemmeno essere nell’area”, dice Baldwin utilizzando l’aggettivo che definisce un proiettile in grado di provocare danni reali.

La star si commuove quando il discorso si sposta sulla vittima, Halyna Hutchins: “Era adorata da tutti quelli che lavoravano con lei, era amata da tutti e ammirata. Tutto questo non mi sembra reale“.

E’ la cosa peggiore che le sia mai capitata?, chiede l’intervistatore scavando nell’animo della star.

“Sì, continuo a pensarci. Cosa avrei potuto fare?” chiede a se stesso Baldwin. E si capisce che quella domanda se l’è fatta mille volte in questi mesi. Ma una risposta, quella no, non ce l’ha.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *